La bufala mondiale dei migranti che spaccano le auto (e che invece sono ultras)

di Redazione | 29/08/2018

bufala migranti spaccano auto

Nei giorni scorsi è stato diffuso un video – che ha fatto il giro dell’Europa – spacciato per una protesta di migranti che, con mazze da baseball e spranghe, avrebbero aggredito alcune automobili. Sta circolando una doppia versione della notizia: quella in base alla quale i presunti migranti sarebbero musulmani inglesi nel corso del Ramadan e quella di stranieri nella banlieu francese.

LEGGI ANCHE > La foto bufala virale del porto libico pieno di migranti e che invece è un concerto dei Pink Floyd

Bufala migranti spaccano auto, le immagini diffuse su Facebook

Bufala migranti spaccano auto: la verità sull’episodio

In realtà, non si tratta né dell’una, né dell’altra cosa, come ha dimostrato il debunker Claudio Michelizza, che è riuscito a risalire alla vera origine delle immagini che mostrano, in effetti, degli scontri piuttosto violenti.

La scena si è svolta il 22 maggio scorso a Basilea, in Svizzera, e con i migranti non ha davvero nulla a che vedere. Nei pressi del Parc Saint-Jacques à Bâle, infatti, circa una sessantina di ultras della squadra di Zurigo, supportati da tifosi tedeschi del Karlsruhe, hanno portato a termine un vero e proprio assalto alle auto parcheggiate nella zona. Per questo motivo, sono stati arrestati – alla fine – 2 tedeschi, 9 svizzeri, 2 italiani e un salvadoregno, fermati dalla locale polizia.

Tuttavia, nei giorni scorsi queste immagini erano state diffuse da alcuni account vicini ad ambienti sovranisti e anti-immigrati per diffondere un’odiosa bufala a tema, che non ha fatto altro che esasperare ulteriormente i toni di una campagna denigratoria ricca di fake news che si sta portando avanti a livello europeo.

TAG: Basilea