Papa Francesco è in Irlanda, a Dublino vengono proiettate le immagini delle vittime di abusi

di Redazione | 25/08/2018

pedofilia Vaticano sapeva

Il viaggio di sabato 25 agosto di papa Francesco in Irlanda rappresenta una delle sfide più difficili per il pontefice. Lo scandalo degli abusi sessuali su minori da parte di prete ha scatenato un profondo senso d’indignazione nella popolazione irlandese, fiera delle sue origini cristiane ma, oggi, con meno certezze da portarsi dietro.

LEGGI ANCHE >Neanche Papa Francesco piace più alla gente a causa della sua posizione sui migranti

Papa Francesco viaggio in Irlanda parla di abusi

A Dublino, sulla facciata del General Post Office, sono state proiettate le immagine di alcune delle vittime di questi abusi, accompagnate dalle scritte Love, Justice e Truth. Si stima che tra il 1940 e il 1980 nel Paese siano stati registrati più di 2.500 casi di violenze.

Il Papa, una volta atterrato in Irlanda, ha dichiarato: “Il fallimento dei responsabili della Chiesa nell’affrontare adeguatamente questi crimini ripugnanti ha giustamente suscitato indignazione e rimane causa di sofferenza e di vergogna per la comunità cattolica. Io stesso condivido questi sentimenti”.

Anche il primo ministro irlandese Leo Varadkar ha rilasciato una dichiarazione: “A volte in passato abbiamo fallito. Ci sono “aspetti oscuri” della storia della Chiesa cattolica, come ha recentemente affermato uno dei nostri vescovi. Pensiamo alle parole del Salmo che ci dice che “i bambini sono un’eredità del Signore” e ricordiamo il modo in cui i fallimenti della Chiesa e dello Stato e della società in generale hanno creato un’eredità amara e ferita per così tanti, lasciando un’eredità di dolore e sofferenza“.

(Foto credits: Repubblica.it)

TAG: Francesco