Maduro moltiplica per 34 volte il salario minimo dei venezuelani

di Redazione | 18/08/2018

Maduro

Senza annunciare quando entrerà in vigore, il presidente del Venezuela Nicolas Maduro ha dichiarato di volere alzare di 34 volte il salario minimo dei venezuelani.

LEGGI ANCHE > Le elezioni in Venezuela sono state vinte dall’astensione

Reddito minimo Venezuela, il rialzo di Maduro

Il capo di Stato ha anche fatto sapere che i salari saranno indicizzati in base alla cripto-valuta petro, voluta dallo stesso regime di Caracas per “aggirare” le sanzioni americane. Un petro, secondo le stime locali, dovrebbe valere circa 60 dollari, l’attuale prezzo di esportazione di un barile di petrolio venezuelano.

Questa mossa di Maduro è stata anticipata dall’emissione di una nuova moneta, il “bolivar sovrano”, che entrerà in vigore con cinque zeri in meno rispetto all’attuale. Ora il salario minimo salirà da 5,2 milioni a 180. Si tratta del quinto aggiustamento monetario quest’anno. Questa volta è stato del 3.464%.

Aumento inflazione dietro scelta Maduro

L’aumento dl reddito minimo si giustifica con l’aumento dell’inflazione, che quest’anno dovrebbe raggiungere il 1.000.000% secondo il Fondo monetario internazionale.

“Dobbiamo impegnarci in una disciplina fiscale prussiana ed eliminare definitivamente l’emissione di denaro speculativo a favore della creazione di denaro rivolto alla produzione di ricchezza, petrolio, oro e turismo”, ha dichiarato Maduro.

(Foto credits: Ansa)