Il figlio di Marcello Foa nello staff di Salvini per rendere virali i post su Facebook

di Redazione | 02/08/2018

figlio Foa

Un’inchiesta de L’Espresso punta a gettare luce sull’ostinazione della Lega nel puntare forte sul nome di Marcello Foa come presidente della Rai, nonostante la bocciatura della commissione di vigilanza della Rai. Il settimanale ha scritto un articolo che rafforzerebbe ulteriormente il legame tra il giornalista e il partito di Matteo Salvini. Il figlio di Foa, Leonardo, sarebbe infatti assunto nello staff della comunicazione del ministro dell’Interno.

LEGGI ANCHE > Tutte le bufale condivise da Marcello Foa, che il governo vuole come presidente Rai

Figlio Foa, l’esperienza nello staff comunicativo di Salvini

Leonardo Foa, 24 anni, ha un curriculum di tutto rispetto. Laureato alla Bocconi, ha anche un master all’Ecole de Management di Grenoble, come si evince dal suo profilo su Linkedin. Da qualche tempo a questa parte, quindi, è entrato nell’équipe comunicativa di Matteo Salvini, guidata dal fidato Luca Morisi. Proprio qualche giorno fa, come evidenziato dall’Espresso, il ministro dell’Interno ha pubblicato una foto del suo staff della comunicazione. Ovviamente, tra i collaboratori, c’era anche Leonardo Foa.

Figlio Foa, le sue mansioni secondo L’Espresso

In questo momento, il figlio del consigliere anziano del cda della Rai sta portando a termine uno stage iniziato nel 2017 presso la società SistemaIntranet.com, che fa capo a Luca Morisi e che gestisce gli account social di Matteo Salvini. In modo particolare, secondo L’Espresso, Leonardo Foa si occuperebbe della condivisione dei post del leader della Lega su Facebook, con la particolare mansione di «renderli virali».

Sempre secondo quanto riportato dal settimanale, Leonardo Foa – che da qualche giorno ha reso privato il suo account Twitter – avrebbe pubblicato diversi tweet di sostegno a Matteo Salvini. Ovviamente, non c’è nulla di male in quello che Leonardo Foa ha inserito all’interno del suo bagaglio di esperienze lavorative. Ma le tempistiche, visti i fatti degli ultimi giorni, fanno sorridere. E riflettere.

FOTO: ANSA/CLAUDIO PERI