Rihanna scrive la storia: è la prima donna nera sulla copertina di Vogue Uk Settembre

di Gaia Mellone | 01/08/2018

Sarà Rihanna ad apparire sulla copertina del numero di Settembre di Vogue Uk, e la scelta è storica: è infatti la prima donna nera  a conquistare la copertina più importante dell’anno in 102 anni di storia dell’edizione inglese.

Il numero di Settembre è infatti il più atteso, e la scelta della copertina richiede oltre 9 mesi di preparazione e planning. La scelta di ritrarre la cantante 30 enne, ora a capo anche di una linea di cosmetica e di lingerie, rispecchia a pieno il primo anno di direzione di Edward Kobina Enninfu: non solo è il primo direttore uomo della testata inglese, ma per il suo numero d’esordio aveva scelto una copertina con la modella Adwoa Aboah. Era successo solo altre tre volte che una modella di colore apparisse sulla copertina della rivista completamente da sola. «Ho sempre saputo che doveva essere Rihanna – ha scritto Enninfu nel suo editoriale di presentazione del Big Issue – È un’icona impavida dell’industria musicale, ed una grande imprenditrice. Nessuno riesce come lei a unire in un potente mix moda e celebrità».

Il servizio di Settembre scattato da Nick Knight sotto lo styling di Enninfu in persona, vede Rihanna indossare abiti di Prada, McQueen e Lowe, oltre a un body di pizzo scelto per la copertina dalla sua linea di lingerie Savage x Fenty, lanciata a Maggio. Non solo: il make-up, curato da Isamaya French, è stato realizzato usando proprio la linea beauty della cantante, arrivata in Italia in esclusiva per Sephora.

Nonostante i colori accesi, le corone di fiori e le pose futuriste condivise su Instagram da Riri, ai suoi followers non è sfuggito un dettaglio importante: che fine hanno fatto le sue sopracciglia?

Nelle foto infatti sono sparite, sostituite da due linee disegnate. Un look decisamente difficile, ma che addosso a lei risulta comunque elegante e sicuramente d’effetto. «Non importa come la si pettini o vesta, o quanto lo spirito sia sperimentale, la sua immagine non sparisce mai. Lei è sempre Rihanna – continua il direttore – e in questo c’è una lezione che dovremmo imparare tutti. Qualsiasi sia il modo in cui sceglieremo di vestirci questa stagione, prendete ispirazione da lei nell’essere, soltanto, noi stessi».