Marcello Foa consigliere anziano
|

Ma Foa può ancora fare il presidente della Rai

Nonostante il voto contrario – ampiamente previsto nei giorni scorsi – della commissione parlamentare di vigilanza Rai, Marcello Foa consigliere anziano del cda può ancora diventare il presidente della tv pubblica. L’escamotage è contenuto all’interno della stessa legge di riforma dei vertici Rai messa in atto dal governo di Matteo Renzi. E l’altro Matteo, Salvini, è intenzionato a sfruttare questo cavillo.

LEGGI ANCHE > La commissione di Vigilanza ha bocciato Marcello Foa presidente della Rai

Foa consigliere anziano, il trucco per restare presidente

La norma, infatti, prevede che – in caso di vacanza del ruolo di presidente – a svolgere i suoi compiti è il consigliere anziano. Per l’appunto, Marcello Foa. Solitamente, per evitare questa piccola distorsione del sistema, la persona indicata come candidato alla presidenza non confermata dalla commissione di vigilanza Rai dovrebbe dimettersi.

Ma Marcello Foa, a quanto pare, non ne ha alcuna intenzione. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, anzi, l’ex giornalista de Il Giornale e del gruppo Corriere del Ticino ha immediatamente preso possesso della scrivania che è stata di Monica Maggioni negli ultimi mesi, subito dopo la ratifica del consiglio d’amministrazione della Rai. L’ufficio del settimo piano di Viale Mazzini è, insomma, già diventato il «suo» ufficio, nonostante il passaggio a vuoto in commissione di Vigilanza.

Foa consigliere anziano, la sicurezza dei suoi gesti

E che Foa non abbia alcuna intenzione di dimettersi, lo certificano anche le sue prime parole dopo l’esito negativo della votazione in commissione parlamentare: «Prendo atto con rispetto della decisione della commissione di Vigilanza della Rai – ha affermato Foa -. Come noto, non ho chiesto alcun incarico nel consiglio che mi è stato proposto dall’azionista. Non posso, pertanto, che mettermi a sua disposizione invitandolo a indicarmi quali siano i passi più opportuni da intraprendere nell’interesse della Rai».

Del resto, anche il comportamento nella giornata di ieri ha fatto riflettere. Prima ancora della ratifica della commissione di Vigilanza, infatti, Foa ha rilasciato dichiarazioni alle agenzie e ha concesso una breve intervista al Tg1. Non proprio l’atteggiamento di chi sa che il suo destino è segnato.

[FOTO screenshot del servizio del TG1 del 31 luglio]