Ilva
|

Calenda ha invitato Di Maio a un confronto pubblico in tv sull’Ilva

L’ex ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda ha duramente attaccato Luigi Di Maio sul dossier Ilva dopo il parere dell’Anac di Raffaele Cantone. Per questo lo ha invitato a un confronto su La7 questo mercoledì 25 luglio: “Caro @luigidimaio mercoledì sarò a “in onda”. Facciamo un bel confronto posato e costruttivo su decreto “dignità” e Ilva?

LEGGI ANCHE > Ilva, Di Maio: «Gara è un pasticcio». Calenda: «Accuse false, vuoi annullare? Prenditi la responsabilità»

La stessa Anac spiega che la gara è valida e non ci sono gli estremi per annullarla – ha spiegato in precedenza l’esponente Pd – l’unico modo per farlo è invocare l’interesse generale. Di Maio può farlo in qualunque momento come potevo farlo io. Certo, questo lo esporrebbe a delle conseguenze, compresa la richiesta di risarcimento da parte della società vincitrice. Se Di Maio pensa che sia illegittima, annulli la gara“.

Sempre secondo Calenda, questo non avverrà: “Sono tutte chiacchiere che servono a prendere tempo rispetto alla promessa elettorale di chiudere l’Ilva e all’incapacità di gestire questa situazione“.

L’ex ministro non ha risparmiato un attacco allo stesso Cantone, che ha invitato il governo a non strumentalizzare il parere dell’Anac, su Twitter: “Ma la prossima volta pensarci prima? Fare un’istruttoria completa? Farsi dare i documenti? Tenere conto di quello che dice l’Avvocatura? Rispondere non è competenza dell’ANAC? Perché altrimenti poi lamentarsi delle strumentalizzazioni è un po’ naïf”.

(Foto credits: Ansa)

TAG: Ilva