rocco casalino
|

Le domande di Casalino al giornalista: «Perché esiste Il Foglio? E ora che chiude, che fai?»

Rocco Casalino e il rapporto con la stampa e i giornalisti. Rocco Casalino e il rispetto per il lavoro di giornali. C’è qualcosa che non torna in alcune frasi pronunciate dal capo assoluto della comunicazione del Movimento 5 Stelle, incaricato di seguire da vicino anche il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Il portavoce del premier arriva anche a chiedersi il motivo dell’esistenza delle testate. Ne parla oggi il quotidiano Il Foglio in un articolo di Salvatore Merlo sul ‘Vitalizio party’ di ieri organizzato dai pentastellati nei pressi di Montecitorio.

Rocco Casalino al giornalista: «E adesso che Il Foglio chiude, che fai? Perché esiste?»

Durante i festeggiamenti per la delibera della Camera Casalino si sarebbe rivolto al cronista chiedendo: «Adesso che il Foglio chiude, che fai? Mi dici a che serve il Foglio? Perché esiste?». Le domande dell’ex concorrente del Grande Fratello sono state riportate per descrivere un clima ‘da resa dei conti’ alimentato da Luigi Di Maio e colleghi con la campagna per l’abolizione (in realtà ricalcolo) degli assegni degli ex parlamentari. Casalino è colui che dà indicazioni a deputati e senatori («Ricordate – dice – che è il giorno più importante della legislatura. Quindi dimostrate entusiasmo. Tra poco aboliremo i vitalizi. Fate dei video e postateli su Facebook»), si preoccupa affinché le telecamere inquadrino bene le scene, prova a dirigere come se fosse un regista. Merlo sul Foglio racconta:

A un certo punto è preoccupato che Di Maio possa non arrivare in tempo, allora chiede: “Ma un ministro può lasciare la commissione dov’è in audizione? No? E perché no? Uff”. Che noia il Parlamento, con le sue discussioni, le sue regole, i suoi vitalizi. Fastidioso “come certi giornali, ma non il Foglio che non conta nulla… Perché esiste?”. Molto meglio il Grande Fratello. E ormai ci siamo.

Non un bel segnale.

La replica: «Erano battute, stavo scherzando»

Le frasi attribuite a Casalino hanno innescato una polemica politica. Il portavoce M5S è stato duramente criticato dalle opposizioni. Poi ha replicato. «Chi mi conosce sa bene che sono solito fare battute. E una battuta era anche quella rivolta al giornalista del Foglio in un momento informale di festeggiamenti per i vitalizi», ha detto in una nota. «Sono certo che Salvatore Merlo ne fosse ben consapevole, considerando che ho specificato anche con lui che stavo scherzando. Credo fortemente nella libertà di stampa e nel pluralismo dell’informazione», prosegue. «Sono il primo a volere che ci siano più mezzi di informazione possibili, ovviamente abolendo il finanziamento pubblico».

(Ultimo aggiornamento alle 14.30 del 13 luglio. Foto di copertina Zumapress da archvio Ansa. Credit immagine: Andrea Ronchini / Pacific Press via ZUMA Wire)