Danilo Toninelli dice che Vos Thalassa è un «incrociatore» e che i migranti mettevano in pericolo di vita l’equipaggio

di Gianmichele Laino | 10/07/2018

Danilo Toninelli

Topica colossale del ministro Danilo Toninelli che, commentando la notizia della Vos Thalassa – rimorchiatore italiano che ha salvato 66 migranti – a cui era stato negato l’approdo in un porto del nostro Paese, ha scritto un tweet che contiene diversi elementi scorretti: «Orgoglioso della Guardia Costiera italiana che con nave Diciotti ha preso a bordo 60 migranti che stavano mettendo in pericolo di vita l’equipaggio dell’incrociatore italiano Vos Thalassa. Ora avanti con indagini per punire facinorosi».

LEGGI ANCHE > Salvini prova a parlare dei fondi della Lega. Mattarella lo ferma

Danilo Toninelli, il tweet sull’«incrociatore» Vos Thalassa

tweet Toninelli

Innanzitutto, la notizia è che – a differenza di quanto annunciato dal ministro dell’Interno Matteo Salvinii migranti sbarcheranno in Italia. L’obiettivo della chiusura dei porti per la Vos Thalassa, infatti, era proprio quello di non far arrivare sulle coste del nostro Paese altre persone che hanno compiuto la traversata del Mediterraneo. Già questo è un dato politico.

Danilo Toninelli, donne e bambini avrebbero messo in pericolo l’equipaggio della Vos Thalassa

Ma le modalità con cui è stato comunicato lasciano perplessi. La Vos Thalassa, infatti, è una nave battente bandiera italiana che controlla una piattaforma petrolifera Total nel Mediterraneo. Si tratta, dunque, di un rimorchiatore. Non, quindi, di un incrociatore come scritto da Toninelli. L’incrociatore, infatti, o cruiser, è una nave da guerra.

Inoltre, non si capisce come il gruppo di migranti che è stato salvato dalla nave italiana nelle acque del Mediterraneo potesse mettere in pericolo di vita l’equipaggio della Vos Thalassa. Secondo Toninelli, infatti, i profughi sono dei «facinorosi» che avevano minacciato l’ammutinamento. Tra questi profughi, diverse decine sono rappresentati da donne e bambini. Questo aspetto è stato confermato dalla Guardia Costiera che ha comunicato che il proprio intervento è stato necessario in seguito alla segnalazione del capitano della Vos Thalassa che aveva informato le autorità della situazione di «grave pericolo» a bordo della nave.

Sempre lo stesso Danilo Toninelli, quindi, ha annunciato l’avvio delle indagini per punire i 66 migranti salvati dalla Vos Thalassa. Insomma, l’ennesima cronaca di una crisi gestita malissimo. Sia nei fatti, sia nell’utilizzo di termini tecnici che un ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti dovrebbe conoscere alla perfezione.