Wikipedia Italia oggi non sarà consultabile: la protesta contro la legge sul copyright

di Gianmichele Laino | 03/07/2018

Wikipedia bloccata

Niente ricerche su Wikipedia Italia per tutta la giornata del 3 luglio 2018. L’encilopedia opensource, nella sua versione italiana, ha deciso di bloccare le sue voci per protestare contro la legge sul copyright in discussione al parlamento europeo il prossimo 5 luglio. Al posto di qualsiasi lemma di Wikipedia, compare un banner a sfondo verde che contiene un comunicato da parte degli amministratori dell’enciclopedia.

LEGGI ANCHE > Google sta aumentando il fact-check sulle sue news 

Wikipedia bloccata, il comunicato

«Cara lettrice, caro lettore – si legge su Wikipedia -. Il 5 luglio 2018 il Parlamento europeo in seduta plenaria deciderà se accelerare l’approvazione della direttiva sul copyright. Tale direttiva, se promulgata, limiterà significativamente la libertà di Internet. Anziché aggiornare le leggi sul diritto d’autore in Europa per promuovere la partecipazione di tutti alla società dell’informazione, essa minaccia la libertà online e crea ostacoli all’accesso alla Rete imponendo nuove barriere, filtri e restrizioni. Se la proposta fosse approvata, potrebbe essere impossibile condividere un articolo di giornale sui social network o trovarlo su un motore di ricerca. Wikipedia stessa rischierebbe di chiudere».

La nuova direttiva sul copyright prevede, per i grandi colossi del web, il versamento di denaro per acquistare i diritti d’autore sugli articoli delle testate giornalistiche. Insomma, per condividere un articolo di una testata regolarmente registrata, Facebook, Google e altri grandi social network – compresa l’enciclopedia Wikipedia -, dovrebbero pagare. In molti vedono in questa manovra una limitazione della libertà di informazione, mentre altri sottolineano come la misura altro non sia che il giusto riconoscimento alla proprietà autoriale dei contenuti prodotti che, in questo momento, circolano in rete senza alcuna protezione.

Wikipedia bloccata, lo sciopero contro la direttiva sul copyright

Le motivazioni della scelta sono state esposte da Wikipedia nel corso dello stesso comunicato: «Per questi motivi – termina la nota -, la comunità italiana di Wikipedia ha deciso di oscurare tutte le pagine dell’enciclopedia. Vogliamo poter continuare a offrire un’enciclopedia libera, aperta, collaborativa e con contenuti verificabili. Chiediamo perciò a tutti i deputati del Parlamento europeo di respingere l’attuale testo della direttiva e di riaprire la discussione vagliando le tante proposte delle associazioni Wikimedia, a partire dall’abolizione degli artt. 11 e 13, nonché l’estensione della libertà di panorama a tutta l’UE e la protezione del pubblico dominio». 

Wikipedia ha citato le persone – tra cui l’inventore del web Tim Berners Lee – contrarie al provvedimento. Già nella giornata di ieri, l’enciclopedia opensource aveva utilizzato un banner per manifestare la propria contrarietà alla legge proposta. Ora, invece, si lancia in questa singolare protesta, una sorta di sciopero del «libero sapere». Per far sperimentare agli italiani come sarebbe vivere senza Wikipedia.

TAG: Wikipedia