Food delivery
|

Che cosa prevede la carta dei valori per i rider del food delivery

A tre giorni dall’incontro con il ministro dello Sviluppo economico e del lavoro Luigi Di Maio, i big del food delivery come Foodora hanno firmato un documento che promette di offrire maggiori garanzie ai rider.

LEGGI ANCHE > «I rider di Foodora erano sfruttati. E chi si è lamentato è stato espulso»

Da lavoro nel tempo libero a lavoro a tempo pieno. Sembra essere questa l’idea che ha accompagnato Di Maio nella convinzione di offrire tutele e servizi a questi nuovi occupati della cosiddetta gig economy.

Cosa prevede carta dei valori food delivery

Ma cosa prevede esattamente questa carta dei valori? Risponde Agi.it:

1.Contrattualizzazione con contratti di collaborazione coordinata e continuativa che prevedono copertura assicurativa INAIL in caso di infortunio sul lavoro, della quale le aziende si faranno interamente carico, e tutele INPS.

2. Assicurazione integrativa per la copertura di eventuali danni a terzi.

3. Compenso equo ed adeguato, con una base oraria, e una componente variabile in relazione al numero di consegne.

4. Informazione continua sulle tematiche relative alla sicurezza sul lavoro e sul rispetto del codice della strada.

5. Fornitura di dispositivi per la sicurezza individuale ed agevolazioni per il mantenimento dei mezzi utilizzati.

6. Nessun algoritmo reputazionale o ranking.

I firmatari, al momento, sono Foodora, Moovenda, Prestofood e Foodracers.

(Foto credits: Ansa)

TAG: Foodora