L'insulto 'Boldracca' è da querela
|

Laura Boldrini devolverà i risarcimenti degli haters per progetti di educazione civica digitale

Torna a far parlare di sé l’ex presidente della Camera Laura Boldrini. In questi ultimi giorni, infatti, l’esponente di LeU e deputata della Repubblica è stata nuovamente presa d’assalto da una serie di attacchi digitali attribuibili ai suoi haters sul web. Quando ancora era in carica, la Boldrini aveva indicato questa strategia d’azione: pubblicare e denunciare gli insulti subiti, in modo tale da far placare i leoni da tastiera.

LEGGI ANCHE > La TOP 10 delle bufale su Laura Boldrini | VIDEO

Laura Boldrini, l’annuncio a proposito degli haters

Nella giornata di oggi, l’esponente di Liberi e Uguali ha lanciato un’iniziativa lodevole, specialmente per il ruolo educativo che gesti come questo possono significare: «Continuerò a denunciarli anche per tutti quelli che non hanno la forza e il coraggio di farlo – ha scritto sui suoi canali social -. Ho deciso che, con eventuali risarcimenti, finanzierò progetti di educazione civica digitale per nostri ragazzi e ragazze, per un uso responsabile del web».

Laura Boldrini, gli attacchi subiti sul web

Ovviamente, immancabile l’hashtag che da qualche tempo accompagna la strategia di comunicazione della ex presidente della Camera, ovvero #RisorseSalviniane (una risposta allo sprezzante #RisorseBoldriniane utilizzato da Matteo Salvini nella scorsa legislatura e nell’ultima campagna elettorale).

Il ricavato dagli eventuali risarcimenti danni dovuti dagli haters del web a Laura Boldrini sarà dunque investito per finanziare progetti di educazione civica sul web. All’epoca di messaggi di comunicazione sempre più violenti – e dei toni della politica che si stanno inasprendo sempre di più -, una iniziativa del genere non può che trovare un largo consenso. Tuttavia, non mancano le solite critiche della rete per un personaggio che è stato oggetto – nel corso della passata legislatura – di continui attacchi fatti di insulti e di fake news diffuse ad arte per indebolirne il ruolo e il prestigio.

L’iniziativa di Laura Boldrini sarà rivolta specialmente alle nuove generazioni, in modo tale che apprendano gli strumenti necessari per fare un uso consapevole del web e dei nuovi strumenti di comunicazione.

FOTO: ANSA/ALESSANDRO DI MEO