Salvini sfida la Francia sulle Ong. «Lifeline è fuorilegge, la ospitino loro»

di Redazione | 25/06/2018

lifeline

Dopo il suo viaggio a Tripoli, dove inizialmente non era chiaro dove avrebbe dovuto nascere l’hotspot migranti, il ministro dell’Interno Matteo Salvini attacca la Francia in vista del Consiglio europeo. Sul tavolo l’accoglienza e sopratutto la Lifeline, nave ong tedesca che dopo il rifiuto di Italia, Malta, Germania, Olanda vuole rivolgersi alla Francia. «Il ministro francese – spiega Salvini riferendosi al collega per gli Affari europei – è ignorante, nel senso che ignora la situazione di questa nave che ha agito ignorando le segnalazioni della guardia costiera italiana e libica: è una nave fuori legge che va sequestrata. Mi stupisce la cattiveria dei francesi, sarebbe un bel gesto l’apertura del porto di Marsiglia a questa nave che non si vede perché deve arrivare in Italia visto che non ha nulla a che vedere con il nostro paese».

LEGGI ANCHE > SELVAGGIA LUCARELLI E QUEL TWEET CHE FA IL VERSO A MATTEO SALVINI | FOTO

«La Libia – ha poi aggiunto il titolare del Viminale – ci ha chiesto di proseguire nel blocco del traffico di esseri umani che vede nelle ong soggetti, non so se consapevolmente o inconsapevolmente, complici degli scafisti». L’Italia, secondo il ministro dell’Interno, si adopererà «per avviare voli diretti fra la Libia e l’Italia: c’è il problema dell’embargo che per paradosso riesce a far armare le milizie ostili e disarmare le autorità. Mi sono ripromesso entro l’estate di tornare in Libia per consegnare dotazioni per la locale marina come i gommoni, per il contrasto all’immigrazione clandestina».

(Foto da archivio Ansa. Credit immagine: ANSA / ANGELO CARCONI)