Trump accordo Kim
|

Donald Trump e quella promessa di Kim che va oltre l’accordo: «Distruggerà un sito per test missilistici»

Donald Trump ha chiesto a Kim Jong-Un di rompere il suo giocattolo con cui, fino a questo momento, ha fatto finta di fare la guerra. Dopo il vertice storico di ieri a Singapore, il presidente degli Stati Uniti ha rilasciato una serie di dichiarazioni importanti nel corso di una conferenza stampa. Nel corso di questo momento di confronto con i giornalisti, The Donald ha anche parlato di una richiesta degli Stati Uniti che va oltre l’accordo siglato e che dà ancora più forza a quella storica stretta di mano, la prima di un presidente americano con un leader della Corea del Nord.

LEGGI ANCHE > E se il summit Trump-Kim venisse salvato da un hamburger?

Donald Trump accordo Kim, la conferenza stampa del presidente Usa

«Vi dico una cosa che non troverete scritta nell’accordo – ha detto Trump -: ho chiesto al presidente Kim di dsitruggere un sito per test missilistici. Non è scritto nel documento perché ne abbiamo parlato dopo la firma. Il passato non deve mai scrivere il futuro. Dimostreremo al mondo che gli avversari possono diventare amici».

Poi, il presidente degli Stati Uniti ha svelato un altro dettaglio che molti avevano già intuito, ma che ora diventa ufficiale. Donald Trump ha affermato di aver invitato Kim alla Casa Bianca e che il presidente nordcoreano avrebbe accettato di buon grado: «Avverrà quando sarà il momento» – ha dichiarato il presidente degli Stati Uniti.

Donald Trump accordo Kim, l’impegno comune e le responsabilità di ciascuno

I toni distensivi, in ogni caso, non sono bastati a bloccare l’impegno militare degli Stati Uniti in Corea del Sud. Secondo il presidente Trump, infatti, i militari non verranno ritirati e avranno un ruolo cruciale anche nella verifica della denuclearizzazione promessa dallo stesso Kim Jong-Un. «Il presidente nordcoreano – ha detto Trump – è determinato nella denuclearizzazione, forse più di me. Ha un’opportunità senza precedenti per scrivere davanti a sé una nuova storia».

L’operazione non sarà semplice e richiederà moltissimo tempo. Proprio per questo motivo, Donald Trump ha spiegato che le sanzioni alla Corea del Nord verranno mantenute fino a quando le operazioni di denuclearizzazione saranno completate. Una sorta di garanzia per il futuro, che spingerà lo stato asiatico a portare a termine il proprio compito, assumendosene le responsabilità. Fino a questo momento, sembra tutto molto bello.

(FOTO da Twitter – TgCom24)