Bomba giocattolo Houston
|

La bomba giocattolo di uno scout manda in tilt l’aeroporto di Houston

Tenere sotto scacco l’intero aeroporto William P. Hobby di Houston a causa di una bomba giocattolo fabbricata da un boy scout. È successo proprio questa mattina nella cittadina americana. Si tratta del secondo allarme bomba nel giro di due giorni, all’interno dello stesso scalo. Anche nella giornata di ieri, infatti, il William P. Hobby era stato evacuato a causa di un problema simile.

LEGGI ANCHE > Milano: allarme bomba a Palazzo di Giustizia, ma è un macinino per la marijuana

Bomba giocattolo Houston, cosa è successo questa mattina

Tuttavia, la bomba giocattolo fabbricata da uno scout sembra essere davvero una beffa. Il portavoce dell’aeroporto Bill Begley ha affermato che soltanto dopo qualche ora è stato permesso alle persone di poter raggiungere i check point, soltanto in seguito agli accertamenti effettuati dalla Transportation Security Administration.

L’aeroporto rappresenta un hub per i voli delle compagnie Southwest Airlines: circa 15 aerei sono partiti con forti ritardi a causa dell’allarme provocato dalla bomba giocattolo dello scout. Quest’ultimo la conservava all’interno del suo zaino e sono ancora ignoti i motivi che lo hanno spinto a portare con sé questo ordigno falso. Il ragazzino non verrà preso in custodia dalle autorità competenti dello stato del Texas, ma rischia di dover pagare una multa a livello federale.

Bomba giocattolo Houston, i fatti di oggi e il precedente di ieri

L’allarme è scattato alle 4.35 ora locale e tutte le persone presenti in quel momento all’interno dell’aeroporto – come riporta il sito di AbcNews – sono state fatte allontanare verso l’area adiacente alla zona dei checkpoint. Il portavoce dell’aeroporto Bill Begley ha affermato, per evitare che possano sorgere altri inconvenienti del genere, che specialmente durante l’intensa stagione dei viaggi estivi chiunque abbia qualche dubbio su cosa possa essere trasportato su un aereo, dovrebbe controllare il sito Web della TSA prima di fare le valigie.

Nella giornata di ieri, lo scalo è stato bloccato per circa un’ora perché un passeggero piuttosto avventato aveva fatto dei commenti di sospetta natura circa gli esplosivi contenuti in una valigia al Bush Intercontinental Airport di Houston. Tanto è bastato per far scattare i sospetti e per bloccare lo scalo.

(Credit Image: © Song Qiong/Xinhua/ZUMAPRESS.com)

TAG: Houston