Casalino si è lamentato del suo ufficio troppo piccolo, e con brutti mobili, a Palazzo Chigi

di Redazione | 06/06/2018

Casalino

Rocco Casalino si è lamentato del suo ufficio quando è arrivato per la prima volta a Palazzo Chigi, dove lavorerà per guidare la comunicazione del presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

 

Casalino critica l’ufficio troppo piccolo di Palazzo Chigi

Lo racconta un retroscena di Repubblica, che si basa sulle fonti dei dipendenti della presidenza del Consiglio, che hanno potuto assistere ai primi scambi di Casalino con i suoi futuri collaboratori. Il responsabile comunicazione M5S è arrivato a Palazzo Chigi accompagnato da sua madre Mina e dal compagno cubano.

Si guarda intorno ed è più forte di lui. Non può fare a meno di abbandonarsi alla delusione: « Un po’ piccolina per essere la stanza del portavoce del presidente»…Stanza piccolina e arredamento così così. «Certo il Quirinale è molto meglio» è la battuta alla quale si abbandona, raccontano i presenti alla visita di perlustrazione. Roba un po’ «vecchia, da rimodernare»

Rocco Casalino ha poi rivolto una domanda ai commessi di Palazzo Chigi, chiedendo se avrebbe potuto dormire anche a Palazzo Chigi. Il portavoce del presidente del Consiglio ha però ottenuto risposta negativa, visto che all’interno della sede del governo l’appartamento è previsto solo per chi lo guida, non per i suoi collaboratori, neanche quelli più stretti.

Casalino
ANSA/ALESSANDRO DI MEO

 

Casalino è il responsabile comunicazione del M5S, scelto da Grillo e Gianroberto Casaleggio e poi confermatissimo da Di Maio e Davide Casaleggio, e avrà il compito di coordinare la comunicazione del governo, ora che i Cinque Stelle sono il partito di maggioranza relativa dell’esecutivo. Insieme a lui a Palazzo Chigi andrà anche Pietro Dettori, il responsabile delle pagine social del M5S, a cui sarà affidato l’incarico di capo dell’ufficio del presidente del Consiglio, come scrive Carmelo Lopapa su Repubblica.