Centinaio
|

Il M5S aveva attaccato il neo ministro Centinaio per la mail “terronsgohome”

Marco Centinaio è il nuovo ministro dell’Agricoltura del governo Conte. Vicesindaco di Pavia prima di essere eletto senatore nelle elezioni politiche del 2013, nel 2014 è diventato presidente del gruppo dei senatori della Lega.

IL M5S contro Centinaio per email razzista terronsgohome

In passato i Cinque Stelle avevano appoggiato una interpellanza dell’Italia dei Valori contro Marco Centinaio, in seguito a una polemica politica sul suo razzismo verso i meridionali e i suoi rapporti coltivati con l’estrema destra nazista.

Centinaio
ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

L’iniziativa era partita dalla listica civica prodromo del M5S, che aveva raccolto diversi elementi contro il vicesindaco della Lega, ora diventato membro del primo governo pentastellato della storia d’Italia. Ecco il testo dell’interpellanza, nata da una iniziativa della lista civica dei Cinque Stelle, che abbiamo trovato grazie a Mauro Vanetti e Luca Casarotti.

Gli interrogativi legittimamente sollevati dalla Lista Civica a 5 Stelle per Pavia circa inquietanti notizie sul conto del Vicesindaco, Dott. Gianmarco Centinaio, sono rimasti – allo stato – privi di risposta.

In particolare, sono emersi i seguenti fatti:

– il vicesindaco aveva una casella postale a suo nome con account “terronsgohome”;

– tra i politici dei quali si dichiara fan in un social forum, si possono trovare Sara Palin e Jorg Haider;

– un comunicato del 16/06/2009 di Paviatricolore, sito della federazione pavese di Forza Nuova, recita: “Noi confidiamo nella Lega, che riteniamo un buon movimento politico e siamo contenti dell’affermazione dell’AMICO Gianmarco Centinaio”;

– il Vicesindaco si è schierato più volte a finaco dei “giovani pavesi” naziskin resisi responsabili di aggressioni ai danni di esercizi commerciali di immigrati e ai danni del centro sociale Il Barattolo;

– i giovani frequentatori del Barattolo sono stati definiti “zecche” e “cacche”;