Berlusconi
|

Berlusconi vuole l’incarico da Mattarella: «Nessuno esperto come me»

«Nessuno è esperto come me nel governo del Paese». Dopo la riabilitazione politica, in seguito alla decisione del tribunale di Milano, Silvio Berlusconi scopre le sue carte e si dice disposto a ricevere un eventuale incarico di governo dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella per guidare una coalizione di centro-destra. Poco importa se Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e gli altri alleati non arrivano a mettere insieme una maggioranza. I voti, secondo il cavaliere, si troveranno in Parlamento.

Incarico di governo? Berlusconi si propone a Mattarella

È un fiume in piena Berlusconi, che parla dalla Valle d’Aosta dove è sceso in campo per supportare il candidato di centrodestra alle locali elezioni regionali del 20 maggio 2018. «Al momento – ha affermato l’ex premier- non c’è nessuno con l’esperienza necessaria per fare il premier, io sono disponibile se Mattarella mi darà l’incarico». Ne ha per tutti il leader di Forza Italia: attacca Matteo Salvini affermando che, secondo lui, la distanza con gli altri alleati si è dilatata. «Il contratto di governo tra M5s e Lega non ha nulla a che vedere con il Centrodestra, sono un’altra cosa – ha affermato -. Tra me e Salvini, in questo momento parlando del tavolo organizzato con i 5 stelle c’è molta distanza».

 

Berlusconi
(Foto da archivio Ansa. Credit immagine: ANSA / THIERRY PRONESTI)

 

Il leader di Forza Italia non ha dubbi: secondo lui le trattative tra Movimento 5 Stelle e Lega non andranno a buon fine e il presidente della Repubblica avrà buoni motivi per valutare la possibilità di dare un incarico a un’altra persona: «C’è una carenza di personaggi di spessore, che possano garantire doti di affidabilità, buon senso ed equilibrio – ha detto Berlusconi -. A questo si aggiunge il fatto che un certo Silvio Berlusconi, che ha un’esperienza di nove anni alla guida del Paese e che ha presiduto per tre volte vertici internazionali come il G7 e il G8, è tornato disponibile».

 

LEGGI ANCHE > Vittorio Sgarbi e Alessandro Sallusti condannati a sei e tre mesi di carcere

 

Incarico a Berlusconi? La reazione fredda di Giorgia Meloni

Le parole di Berlusconi, tuttavia, non sono state digerite dall’altra forza della coalizione di centro-destra. Giorgia Meloni ha chiuso la porta a un eventuale nuovo esecutivo guidato dal leader di Forza Italia, pur ammettendo che l’incarico dovrebbe essere concesso a un rappresentante della coalizione di centro-destra: «Come si sa – si legge nella nota -, Fratelli d’Italia chiede dal 5 marzo che venga conferito al centrodestra l’incarico di formare il nuovo governo nel pieno rispetto della volontà popolare. Ma con la stessa chiarezza ribadiamo che, in base alle regole che ci siamo dati, nel caso in cui si aprisse questo scenario, il nome da proporre a Mattarella per l’incarico di presidente del consiglio sarebbe quello di Salvini e non quello di Berlusconi».

(Foto di copertina da archivio Ansa. Credit immagine: ANSA / THIERRY PRONESTI)