L’ex spia russa Sergei Skripal ha lasciato l’ospedale

di Redazione | 18/05/2018

Skripal

L’ex spia russa Sergei Skripal ha lasciato l’ospedale nel Regno Unito dov’era ricoverato dal 4 marzo, giorno in cui ha subito un attacco con il gas nervino insieme alla figlia Yulia.

LEGGI ANCHE > “NESSUNO PARLA A NOME MIO”, YULIA SKRIPAL RIFIUTA L’AIUTO DELL’AMBASCIATA RUSSA A LONDRA

L’uomo ha avuto un miglioramento improvviso, anche se la direzione del luogo di cura ha assicurato che avrà bisogno di altre cure.

Poco più di un mese fa era già stata dimessa la figlia 33enne Yulia, la quale ha attaccato l’ambasciata russa a Londra per le sue ingerenze in un caso, quello di Skripal, che ha fatto scoppiare un caos diplomatico:

Ho a disposizione del personale appositamente formato che mi aiuta a prendersi cura di me e a spiegare i processi investigativi che vengono intrapresi. Ho accesso ad amici e parenti e sono stata informata dei miei specifici contatti presso l’ambasciata russa, che mi ha gentilmente offerto la sua assistenza in ogni modo possibile. Al momento non desidero avvalermi dei loro servizi ma, se cambio idea, so come contattarli

Nonostante non ci siano ancora prove provate della colpevolezza della Russia, il Regno Unito ha affermato di non avere dubbi sul vero responsabile, Mosca.

Londra ha anche il pieno appoggio di Stati Uniti e molti paesi dell’Unione europea, che hanno provveduto a tempo debito a espellere numerosi diplomatici russi dalle proprie ambasciate.

(Foto credits: Ansa)