|

Di Maio accusava di aver bevuto chi scriveva di alleanza tra il M5S e la Lega di Salvini

Di Maio accusava di esser ubriachi coloro che ipotizzavano una alleanza tra il M5S e la Lega di Salvini. Questa dichiarazione, che appare smentita dall’evoluzione politica delle ultime ore con una intesa di governo sempre più probabile tra i Cinque Stelle e la Lega, era stata effettuata per smentire un articolo di Repubblica, firmato da Tommaso Ciriaco, che nel gennaio del 2017 aveva descritto un piano della Casaleggio Associati per formare un governo tra M5S e Lega dopo le elezioni.

Di Maio accusava di aver bevuto chi scriveva di alleanza tra il M5S e la Lega di Salvini

La reazione dei Cinque Stelle al retroscena di Ciriaco, che si basava su fonti interne che riportavano virgolettati di Max Bugani, una delle personalità più vicine a Davide Casaleggio come a suo padre Gianroberto, era stato durissimo.

 

 

Il vicepresidente della Camera aveva dichiarato, come riporta l’Ansa:  «Non so se qualcuno la mattina beve e inizia a scrivere queste cose: noi non facciamo alleanze né con Salvini né con Meloni». Un concetto che sul blog delle Stelle era stato rincarato con maggior durezza, in un durissimo attacco all‘articolo di Repubblica firmato da Ciriaco con un ps poi condiviso da Beppe Grillo sui suoi profili social. «Ps: Salvini, Meloni, mangiate tranquilli. Il MoVimento 5 Stelle non fa alleanze con quelli che da decenni sono complici della distruzione del Paese», scrivevano i pentastellati, rilanciati dall’allora capo politico.

 

 

In politica tutto cambia, ma la contraddizione del M5S è davvero evidente. Dopo aver insultato Salvini e chi ipotizzava un’alleanza con lui, a relativamente poco tempo di distanza Luigi Di Maio chiede di sostenere con entusiasmo ai suoi sostenitori l’accordo con il leader della Lega, partito che ha governato l’Italia nel 1994, dal 2001 al 2006 e dal 2008 al 2011 con esiti disastrosi dagli stessi Cinque Stelle, che accusano i precedenti esecutivi di aver distrutto il Paese sul loro blog ufficiale.