Senzadime
|

#Senzadime, il sito che fa la lista di proscrizione dei dirigenti PD favorevoli all’accordo con il M5S

Senzadime non è più solo il nome dell’hashtag utilizzato dai renziani per opporsi alla trattativa tra il PD e il M5S apertasi per qualche giorno durante il mandato esplorativo del presidente della Camera Roberto Fico e sostanzialmente chiuso dopo l’intervista di Matteo Renzi a Che tempo che fa di Fabio Fazio. Dopo la pubblicazione del nostro pezzo il sito Senzadime è stato modificato; i nomi dei dirigenti nazionali  sono stati sostituiti dagli omissis, in seguito alle proteste di tutti i principali leader del PD.

Senzadime

Senzadime, il sito che fa la lista di proscrizione dei dirigenti PD favorevoli all’accordo con il M5S e poi la cancella

Il sito Senzadime è stato messo online pochi giorni fa, ed elenca i parlamentari favorevoli e contrari all’accordo tra PD e Movimento Cinque Stelle. Tra i favorevoli all’intesa col M5S sono elencati alcuni importanti dirigenti più un paio di parlamentari meno noti, con tanto di link alle loro dichiarazioni. Assai di più son invece i contrari, 25, mentre la maggior parte dei membri della direzione del PD sono indicati come senza alcuna presa di posizione. Senzadime.it appare una operazione fin troppo chiaramente legata al mondo di Matteo Renzi, rimasto operativo sui social media nonostante le dimissioni dalla segreteria del PD.

LEGGI ANCHE > LE POLEMICHE CONTRO AMBRA ANGIOLINI PER IL CONCERTO DEL PRIMO MAGGIO

Un esempio di questo è la pagina Facebook MatteoRenziNews, curata da Alessio De Giorgi, che è stato consulente della comunicazione per la presidenza del Consiglio. De Giorgi è piuttosto contrario al sito senzadime. Lo ha definito idiota.

Il sito Senzadime è stato registrato secondo Who.is da Alberico De Luca, che l’ha rivendicato sul proprio profilo Twitter.

Senzadime

Sul sito Senzadime la lista di proscrizione dei favorevoli all’accordo col M5S è spiegata in questo modo: «Il 3 maggio la Direzione Nazionale del Partito Democratico deciderà sull’accordo di governo con il Movimento 5 Stelle. In questa pagina raccogliamo l’orientamento di ogni singolo componente della Direzione Nazionale, sulla base delle dichiarazioni espresse sui social o a mezzo stampa. Perché l’informazione è un diritto, la trasparenza un dovere».

LEGGI ANCHE > DEBORA SERRACCHIANI SPIEGA LA SCONFITTA DEL PD IN FRIULI VENEZIA GIULIA

 

La pubblicazione del sito ha suscitato diversi commenti critici. Dario Franceschini su Twitter l’ha definito sintomatico di un qualcosa di profondo che non va. Simili commenti son stati espressi anche da dirigenti PD vicini a Renzi e contrari all’accordo col M5S.