selvaggia suca
|

La frase fascista di Luigi Favoloso al Grande Fratello contro il 25 aprile

Luigi Favoloso ha attaccato il 25 aprile, la festa della Liberazione dell’Italia, durante il Grande Fratello, trasmesso live su Mediaset Extra. Il fidanzato di Nina Moric, militante di CasaPound che si è candidato col partito neofascista alle ultime elezioni politiche, ha detto durante la trasmissione che il 25 aprile è una festa sbagliata: «Ecco perché sono nervoso, oggi è il 25 aprile, una festa sbagliata».

La frase fascista di Luigi Favoloso al Grande Fratello contro il 25 aprile

La frase di Luigi Favoloso conferma l’orientamento politico fascista del fidanzato di Nina Moric. CasaPound, per cui si è candidato al collegio uninominale della Camera dei Deputati di Milano centro, ieri si è distinta per la polemica contro la festa della Liberazione. Simone  Di Stefano, il  leader e volto mediatico del partito neofascista, ne ha chiesto l’abolizione, per essere sostituita dal 4 novembre, l’anniversario che celebra la vittoria dell’Italia nella Prima Guerra mondiale.

LEGGI ANCHE > OMICIDIO A VIESTE, RAGAZZO DI 25 ANNI UCCISO A COLPI DI KALASHNIKOV E PISTOLA

Luigi Favoloso ne riprende il senso: per lui il 25 aprile è sbagliato, per Di Stefano è divisivo e non una vera festa nazionale visto che per lui come per chi rimpiange il fascismo è più giusto piangere i morti della Repubblica sociale italiana.

Luigi Favoloso
Screeenshot da Mediaset Extra

Simili affermazioni sono inquietanti, visto che minano la base della nostra convinvenza civile, che rimane la Costituzione nata dalla lotta antifascista, che ha unito partiti anche opposti tra di loro per riportare in Italia la democrazia e le libertà tolte da Mussolini.  La libertà di espressione ottenuta anche grazie alla lotta partigiana consente, giustamente, a Di Stefano come a Favoloso di condannare il 25 aprile. Sarebbe però opportuno che Mediaset non offrisse spazi anche molto rilevanti alla propaganda neofascista.