scontri Liverpool-Roma
|

La Roma condanna gli aggressori di Liverpool: «Hanno arrecato vergogna al club e ai romanisti»

Scontri Liverpool-Roma, arriva la reazione da parte della società. In un comunicato stampa diffuso questa mattina, il club ha voluto prendere le distanze nei confronti di quei tifosi che si sono resi protagonisti di tafferugli prima della semifinale d’andata di Champions League. Due tifosi della Roma di 25 e 26 anni, infatti, sono stati fermati a Liverpool con l’accusa di tentato omicidio per l’aggressione a un tifoso irlandese dei Reds di 53 anni, che ora si trova in ospedale in condizioni critiche.

LEGGI ANCHE > Liverpool-Roma, quando Di Francesco disse: «Salah? Lo conosciamo bene»

Scontri Liverpool-Roma, la nota del club giallorosso

«L’AS Roma condanna nella maniera più dura possibile l’aberrante comportamento di una ristretta minoranza di tifosi in trasferta che, coinvolti negli scontri con i sostenitori del Liverpool nel prepartita di ieri, hanno arrecato vergogna al Club e alla stragrande maggioranza dei romanisti che hanno avuto una condotta esemplare ad Anfield – si legge nella nota diffusa dalla Roma -. Non c’è posto per comportamenti così vili nel mondo del calcio. Il Club ha offerto la propria collaborazione al Liverpool FC, alla UEFA e alle autorità. I nostri pensieri e le nostre preghiere sono rivolti al tifoso del Liverpool ricoverato in ospedale e alla sua famiglia».

Scontri Liverpool-Roma, il video violento della rissa

L’episodio violento si è verificato circa un’ora prima dell’inizio del match tra Liverpool e Roma. «Il tifoso era insieme a suo fratello ed è stato aggredito durante una rissa tra tifosi della Roma e del Liverpool» – ha spiegato l’ispettore Paul Speight. Secondo una prima ricostruzione, il fratello dell’uomo avrebbe cercato di difenderlo. Tuttavia, non è riuscito a impedire che i due ultrà romanisti di 25 e 26 anni lo scaraventassero a terra. L’uomo ha battuto violentemente la testa ed è stato trasportato immediatamente in ospedale, dove – in questi minuti – sta lottando per sopravvivere.

Nel video che si sta diffondendo in rete, si vede che, nonostante ci fosse il tifoso a terra, i tifosi della Roma hanno continuato a picchiare e minacciare i supporter avversari. Un comportamento davvero poco sportivo che la società, con questo comunicato, ha voluto duramente condannare: la violenza non appartiene al mondo del calcio.