Silvio Berlusconi
|

Silvio Berlusconi contro il M5S: «A Mediaset pulirebbero i cessi»

Silvio Berlusconi contro il M5S: «A Mediaset pulirebbero i cessi», ha detto il leader di Forza Italia in uno dei suoi ultimi comizi in Molise, a Casacalenda, dove domenica prossima 22 aprile si voterà il rinnovo del presidente e del consiglio regionale. Berlusconi ha attaccato con rara violenza i Cinque Stelle, tornando sulla loro incapacità di governare e sulla loro mancanza di esperienza professionale.

Silvio Berlusconi contro il M5S: «A Mediaset pulirebbero i cessi»

Durante la campagna elettorale per le politiche 2018 il presidente di Forza Italia aveva più volte rimarcato come i principali esponenti del M5S fossero disoccupati o persone senza occupazioni di rilievo, un tema che poi lo stesso Berlusconi aveva definito un errore dopo il voto, specie nel Mezzogiorno dominato dai Cinque Stelle. I toni molto duri di Luigi Di Maio e degli altri esponenti pentastellati nei suoi confronti, uniti all’ambiguità di Matteo Salvini nel rapporto con gli alleati di centrodestra, hanno evidentemente infastidito molto Silvio Berlusconi, che in Molise ha rinnovato questo tipo di attacco, con toni ancora più offensivi. 

 

LEGGI ANCHE > BERLUSCONI: «SÌ A GOVERNO CHE GUARDI A ESPONENTI PD». SALVINI: «LO FACCIA SENZA LA LEGA» | LIVE

«É gente che non ha mai fatto nulla nella vita: nella mia azienda li prenderei per pulire i cessi. Di Maio ha una buona parlantina, non posso negarlo, ma non ha mai combinato niente di buono per sé, per la sua famiglia, per il Paese. Non possiamo affidare l’Italia a gente come lui», ha detto Berlusconi, che in altri appuntamenti elettorali in Molise aveva rimarcato il voto sbagliato degli italiani.

Silvio Berlusconi
Maria Stella Gelmini (S), Silvio Berlusconi e Anna Maria Bernini nella sala degli Specchi di palazzo Giustiani dopo le consultazioni con il presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati per la formazione del nuovo Governo, Roma, 18 aprile 2018.
ANSA/GIUSEPPE LAMI

Dichiarazioni che hanno infastidito molto Matteo Salvini, e che hanno reso assai visibile la profonda spaccatura non solo tra i possibili alleati di governo M5S e centrodestra, che non sembrano davvero in grado di poter stare in una maggioranza insieme, ma anche le differenze all’interno della coalizione arrivata prima alle politiche. Berlusconi non sopporta i Cinque Stelle, che ne ricambiano il disprezzo, mentre Salvini sembra voler comunque tenere aperto un canale di dialogo con Di Maio e il M5s.