Champions League: in fila, la notte, per i biglietti Roma-Liverpool | VIDEO

di Stefania Carboni | 18/04/2018

«Non ci interessa l’iPhone, quando non c’erano i telefonini c’era il telefono a gettoni. E la Roma era già nel nostro cuore». Parla così un papà in fila, per tutta la notte, davanti al punto As Roma a Tor de’ Schiavi, nel quartiere capitolino di Centocelle. Deve comprare quattro biglietti, per suo figlio, di 15 anni e i suoi amici. Domani, alle 10, sia on line che nei punti vendita As Store, saranno in vendita i ticket per la semifinale di Champions League con il Liverpool. Per la precisione il ritorno, allo Stadio Olimpico. Come quel papà ci sono tante altre persone.

LEGGI ANCHE > DI FRA AL COMANDO, TATTICA E COERENZA 

Come Martino, il primo, in fila da due giorni e detentore dei famigerati bigliettini verdi. Già, perché per la Maggica c’è pur sempre dell’ordine. Chi vuole entrare per tempo domattina stacca il suo foglietto numerato e risponde all’appello ogni due ore. Così, se ci si organizza con qualche amico, ci si da pure il cambio. Finora ne sono stati staccati 309 (alle 21 della sera del 17 aprile ndr). E per passare il tempo? Qualche pezzo di pizza, una partita a tre sette e il ricordo delle partite più memorabili. Qualcuno ha tutti i cori salvati sul cellulare, c’è chi invece scrive poesie giallorosse. «Non c’è problema se gli altri non capiscono – recita la poesia raccontata  da uno dei tanti ragazzi in fila – stanotte la Roma mi ha illuminato. Nel cuore le campane suonano. È semplicemente cuore, amore, passione per la nostra grande Maggica».