Giada De Filippo
|

Giada De Filippo non aveva mai dato un esame e non era più iscritta all’università

Giada De Filippo non era più iscritta all’università, e nei tre anni precedenti da iscritta non aveva mai dato un esame alla facoltà di Farmacia. Lo rivela il Corriere della Sera, in un articolo che racconta il drammatico suicidio della giovane campana. Nonostante avesse smesso anche formalmente di studiare dopo tre anni in cui non aveva dato esami all’università di Napoli la giovane di Sesto Campano, in provincia di Isernia, aveva organizzato la sua festa di laurea con dettagli meticolosi.

Giada De Filippo non aveva mai dato un esame e non era più iscritta all’università

Erano state comprate bomboniere per i festeggiamenti, ed era stato prenotato il ristorante e spediti gli inviti per il pranzo in cui sarebbe stata festeggiata la conclusione dell’università. Un comportamento che in questo momento appare inspiegabile. Come scrive il Corriere della Sera, nulla del mondo di Giada De Filippo ormai era più vero.

 

LEGGI ANCHE> L’ULTIMA TELEFONATA AL FIDANZATO DELLA RAGAZZA CHE SI È SUICIDATA NEL GIORNO DELLA LAUREA

«Nella finzione che Giada aveva messo in piedi, nemmeno il luogo dove tutto è avvenuto aveva un legame con la sua storia di non studentessa universitaria e quindi di non laureanda. Giada era stata iscritta alla facoltà di Farmacia per tre anni di seguito, pur senza dare esami. E però quest’estate aveva deciso di non andarci neppure in segreteria a presentare i documenti e pagare le tasse inutilmente per la quarta volta. Negli elenchi degli studenti della Federico II per l’anno accademico 2017-2018 il nome di Giada non c’è. E comunque lì a Monte Sant’Angelo, dove lunedì c’erano effettivamente le sedute di laurea, non aveva mai messo piede, perché la facoltà di Farmacia è altrove. I ragazzi che avrebbero dovuto discutere la tesi l’altro giorno (qualcuno lo ha anche fatto, ma poi tutto è stato sospeso e ovviamente non c’è stata nessuna proclamazione), sarebbero diventati dottori in Scienze naturali», descrive l’articolo di Flavio Buffi sul Corriere della Sera.

 

 

Benché la facoltà di Farmacia non fosse nel luogo dove Giada De Filippo ha scelto di togliersi la vita la scelta appare esser stata meticolosa. Domani si svolgeranno i funerali della giovane, che oggi verrà riportata a casa visto che la procura di Napoli ha rinunciato a svolgere l’autopsia. Una vicenda drammatica, che raccontiamo anche per spingere chi dovesse leggerci a confrontarsi sui problemi che si provano. Molto meglio che nasconderli alle persone che ci vogliono bene, anche se ci appare più facile e meno doloroso.