mondiali 2018
|

Mondiali 2018: le principali informazioni sulla Coppa del Mondo di calcio in Russia

Dal 14 giugno al 15 luglio. Trentadue giorni di sfide tra 32 squadre nazionali di ogni continente. Sessantaquattro partite da disputare in 11 città e 12 stadi. Sono i numeri dei Mondiali 2018, della 21esima edizione della Coppa del Mondo di calcio, la Fifa World Cup, la manifestazione sportiva più attesa dell’anno, che si svolge stavolta in Russia. Qui tutte le principali informazioni sulla manifestazione sportiva più attesa dell’anno.

Mondiali 2018

Ai Mondiali di calcio le trentadue nazionali partecipano dopo aver superato una fase di qualificazione alla quale hanno partecipato ben 208 compagini. Dopo 60 anni non ci sarà l’Italia, sconfitta nello spareggio contro la Svezia dopo essere arrivata seconda nel proprio girone alle spalle della Spagna. A partire favoriti sono Brasile, Argentina, Francia, e i vincitori delle ultime due edizioni, Spagna e Germania. In Italia tutte le partite saranno visibili in chiaro, senza abbonamento, sulle reti Mediaset.

Le squadre

Alla fase finale dei Mondiali 2018 partecipano 32 squadre: trentadue nazionali di trentadue Paesi. La Russia, paese ospitante del torneo, si è qualificata di diritto. Le altre trentuno compagini si sono qualificate dopo aver superato una fase di qualificazione, incontrando altre nazionali dello stesso continente. Complessivamente alle qualificazioni hanno partecipato 208 squadre. Questo l’elenco delle partecipanti in Russia in ordine alfabetico:

Arabia Saudita, Argentina, Australia, Belgio, Brasile, Colombia, Corea del Sud, Costa Rica, Croazia, Danimarca, Egitto, Francia, Germania, Giappone, Inghilterra, Iran, Islanda, Marocco, Messico, Nigeria, Panama, Perù, Polonia, Portogallo, Russia, Senegal, Serbia, Spagna, Svezia, Svizzera, Tunisia e Uruguay.

Delle trentadue squadre presenti ai Mondiali di Calcio venti hanno partecipato anche alla precedente edizione in Brasile, nel 2014. Non si sono riusce a qualificare per Russia 2018 alcune nazionali blasonate come l’Italia, quattro volte vincitrice di un Mondiale, l’Olanda, tre volte finalista, il Cile, detentore della Coppa America, gli Stati Uniti, detentori della Gold Cup, e il Camerun, vincitore dell’ultima Coppa d’Africa.

I gironi

Come nelle precedenti edizioni dei Mondiali anche a Russia 2018 le nazionali sono raggruppate in 8 gironi da quattro squadre. Il sorteggio degli 8 gruppi si è svolto il primo dicembre 2017 a Mosca. Le 32 nazionali sono state suddivise in quattro fasce in base al ranking della Fifa. Al Paese ospitante, la Russia, è stato riservato un posto da testa di serie del primo girone. Questi gli 8 gruppi:

Gruppo A: Russia (prima fascia), Arabia Saudita, Egitto e Uruguay
Gruppo B: Portogallo (prima fascia), Spagna, Marocco e Iran
Gruppo C: Francia (prima fascia), Australia, Perù e Danimarca
Gruppo D: Argentina (prima fascia), Islanda, Croazia e Nigeria
Gruppo E: Brasile (prima fascia), Svizzera, Costa Rica e Serbia
Gruppo F: Germania (prima fascia), Messico, Svezia e Corea del Sud
Gruppo G: Belgio (prima fascia), Panama, Tunisia, e Inghilterra
Gruppo H: Polonia (prima fascia), Senegal, Colombia e Giappone

Il calendario

Il calendario dei Mondiali 2018 prevede 64 partite in trentadue giorni, da giovedì 14 giugno a domenica 15 luglio. Nel dettaglio il fischio d’inizio del primo incontro è in programma alle ore 17 italiane di giovedì 14 giugno. A scendere in campo saranno la nazionale del Paese organizzatore, la Russia, e l’Arabia Saudita per la prima gara del Gruppo A. Ovviamente a chiudere il torneo sarà la finale per il primo posto, programmata per le ore 17 italiane di domenica 15 luglio. Le prime 48 partite riguardano la fase a gironi, che si concluderà giovedì 28 giugno. Alle 20 italiane si incontreranno Inghilterra-Belgio e Panama Tunisia, tutte nazionali del Gruppo H. Per quanto riguarda invece la fase a eliminazione diretta, gli ottavi di finale si giocheranno tra sabato 30 giugno e martedì 3 luglio. I quarti di finale nei giorni venerdì 6 e sabato 7 luglio. Le semifinali, poi, martedì 10 e mercoledì 11 luglio. La finale per il terzo posto sabato 14 luglio. La finalissima, la finale per il primo posto, domenica 15 luglio.

Gli stadi

Le partite dei Mondiali di calcio 2018 si disputeranno in 12 stadi di 11 città della Russia. Mosca è l’unica città in cui sono presenti due impianti. Queste le strutture:

Lo Stadio Lužniki di Mosca, circa 81mila posti
L’Otkrytie Arena di Mosca, circa 47mila posti
La Zenit Arena di San Pietroburgo, circa 70mila posti
L’Arena Baltika di Kalinigrad, circa 35mila posti
Kazan Arena di Kazan’, circa 45mila posti
Lo Stadio Nižnij Novgorod di Nižnij Novgorod, circa 45mila posti
Il Futbol’nyj stadion v Samare di Samara, circa 45mila posti
La Volgograd Arena di Volgograd, circa 45mila posti
La Mordovia Arena di Saransk, circa 45mila posti
La Rostov Arena di Rostov sul Don, circa 45mila posti
Lo Stadio Olimpico Fišt di Soči, circa 40mila posti
Lo Stadio Centrale di Ekaterinburg, circa 45mila posti

L’incontro che aprirà il Mondiale, Russia-Arabia Saudita del 14 giugno, si giocherà allo Stadio Lužniki di Mosca, proprio come la finale per il primo posto del 15 luglio. La finale per il terzo posto del 14 luglio si disputerà invece allo Stadio San Pietroburgo. Le due semifinali del 10 e 11 luglio, poi, una a San Pietroburgo ed una allo Stadio Lužniki.

In tv

Le partite dei Mondiali di Russia 2018 saranno trasmesse in tv in Italia solo sui canali Mediaset. Gli incontri non saranno visibili né sulle reti Rai, né su Sky. Mediaset trasmetterà tutte le 64 partite della Coppa del Mondo in esclusiva e gratuitamente, sui canali in chiaro del digitale terrestre, senza abbonamento. Precisamente sono tre i canali dedicati ai Mondiali: Canale 5, che trasmetterà 21 partite, Italiauno, 35 partite, e Canale 20, 8 partite. Le 48 partite della fase iniziale a gironi saranno distribuite tra Canale 5, Italiauno e Canale 20. Tutte le altre gare, dagli ottavi di finale alla finale per il primo posto saranno coperte da Canale 5. Inoltre la programmazione di Mediaset Extra sarà dedicata completamente a Russia 2018 con rubriche e approfondimenti.

Il logo

Il logo dei Mondiali 2018 è un’immagine stilizzata della Coppa del Mondo di calcio. È stato realizzato in rosso bianco e blu, colori della bandiera russa, e con ornamenti nazionali. Il simbolo della manifestazione calcistica è stato ideato da un’agenzia portoghese, la Brandia Central, che si è ispirata al tema dello spazio. La prima volta il logo di Russia 2018 è stato illustrato da astronauti russi in collegamento dalla Stazione spaziale internazionale.

I favoriti

Come ogni edizione, la rosa delle squadre favorite dei Mondiali 2018 è piuttosto ristretta. Stando alle quote dei bookmaker ad avere maggiori probabilità di successo nel torneo in Russia sono soprattutto il Brasile e i campioni in carica della Germania. Ma del gruppo fanno parte anche Francia, vincitrice nel 1998, Spagna, dominatrice del campionato mondiale nel 2010, ArgentinaBelgio. In coda alla lista delle 32 nazionali Arabia Saudita e Panama.

(Ultimo aggiornamento alle 17.00 del 10 aprile 2018. Foto di copertina Zumapress da archivio Ansa. Credit immagine: Dirk Waem / Belga via ZUMA Press)