Ignazio Scardina
|

Ignazio Scardina è morto, era giornalista della Domenica Sportiva. I colleghi: «Ucciso da Calciopoli»

Lutto nel mondo del calcio e del giornalismo sportivo. Questa notte è morto Ignazio Scardina, caporedattore Rai. Al termine di una lunga malattia si è arreso a 71 anni. I colleghi lo ricordano per la sua integrità e per la sua dedizione al lavoro. Alcuni, nel ricordarlo sui social network, hanno affermato che il professionista fu «ucciso da Calciopoli», riferendosi alla vicenda che lo vide coinvolto – durante il processo – dopo il 2006. In quella circostanza, dopo un lungo processo conclusosi nel 2011, fu scagionato e reintegrato in Rai.

IGNAZIO SCARDINA MORTO, SE NE VA UN VOLTO DI RAI SPORT

Ignazio Scardina era stato caporedattore di Rai Sport dal 2000 al 2006, svolgendo ruoli di rilievo in trasmissioni come Novantesimo Minuto e La Domenica Sportiva. In questo week-end di calcio e sport, insomma, la scomparsa del giornalista della Rai renderà più triste la giornata.

IGNAZIO SCARDINA, PERCHÉ VIENE RICORDATO PER CALCIOPOLI

Oggi è il giorno del ricordo, ma la vicenda di Ignazio Scardina in Rai è stata da sempre caratterizzata da quello spezzone di tempo in cui, a causa dell’inchiesta di Calciopoli, il giornalista finì nell’occhio del ciclone. Fu accusato da alcuni colleghi di aver privilegiato alcune figure all’interno della redazione in modo tale da favorire, con servizi compiacenti, la Juventus targata Luciano Moggi. La magistratura, poi, accertò che nei fatti non andò così.

In questo momento, sui social network, sono in tanti a ricordare quell’episodio e, allo stesso modo, a ricollegarlo anche agli screzi avuti con un altro noto volto Rai, Enrico Varriale, che – in questi minuti – sta subendo un vero e proprio shit storm su Twitter. La notizia della morte di Ignazio Scardina, infatti, è diventata immediatamente un pretesto per scagliarsi contro l’altro giornalista della Rai, quasi per una sorta di vendetta.

E tra il giornalista napoletano e il collega di Rai Sport Alessandro Antinelli si è avviato anche un dibattito su Twitter, con quest’ultimo che ha accusato pesantemente Varriale di «non far riposare in pace» Ignazio Scardina per le cose da lui affermate:

La Domenica Sportiva, trasmissione di cui fu al timone per diverso tempo, lo ha voluto ricordare con un tweet: «Ex caporedattore del calcio – scrivono dalla redazione -, per molti un caro amico, per altri un collega stimato e un uomo ingiustamente accusato nel processo Calciopoli. È uscito completamente assolto. Ciao Ignazio»