Alessandro Di Battista vuole viaggiare negli Usa e nell’America latina sui mezzi pubblici

di Redazione | 03/04/2018

Alessandro Di Battista

Alessandro Di Battista ha annunciato su Facebook il suo viaggio negli Stati Uniti e nell’America latina, già trapelato nelle settimane scorse. Dopo la fine della legislatura l’ex deputato M5S, che non si è ricandidato, ha deciso di iniziare un nuovo percorso professionale, iniziando a collaborare col Fatto Quotidiano, testata per la quale terrà un resoconto nel viaggio americano.

Alessandro Di Battista vuole viaggiare negli Usa e nell’America latina sui mezzi pubblici

Di Battista andrà negli Usa e poi in Messico, con altre tappe nell’America latina, insieme alla sua compagna Sahra Lahouasnia e il loro figlio Andrea dal 29 maggio, e starà lontano dall’Italia per diversi mesi. Un aspetto curioso dell’annuncio di Di Battista è l’enfasi sui mezzi pubblici.

LEGGI ANCHE> IL GIALLO DEL RAGAZZO SPARITO E TROVATO MORTO A POSITANO DOPO LA DISCOTECA

Come Roberto Fico, che appena insediato presidente della Camera dei Deputati ha preso un autobus per recarsi a Montecitorio, generando un’enorme attenzione sui social media, anche l’ex deputato più famoso del M5S ha rimarcato la preferenza per questo tipo di trasporto. «Abbiamo fatto i biglietti. Il 29 maggio partiremo per San Francisco. Ho dato l’anima in questi anni e voglio continuare ad impegnarmi in Politica (quella con la P maiuscola). Si può fare politica anche al di fuori delle Istituzioni. Il mondo è grande e la vita è una. Vado a seguire i miei sogni: viaggiare per le strade d’America, studiare fenomeni politici e sociali e scrivere. E soprattutto fare tutto questo con la mia famiglia. Prenderemo mezzi pubblici, incontreremo quei cittadini che non mollano e che inventato piccole e pacifiche rivoluzioni quotidiane, leggerò libri su libri e mi riprenderò un po’ di libertà. Credo di averne diritto. Vi aggiornerò puntualmente e resteremo in contatto. Buona pasquetta! #ontheroad», ha scritto l’ex parlamentare M5S, con tanto di citazione di Kerouc.

 

Per Di Battista sarà molto difficile però attraversare la California sui mezzi pubblici come descritto nel suo post su Facebook. L’ex deputato M5S si riferisce probabilmente a treni di linea statali, che mancano nella parte occidentale degli Usa – al Nordest c’è Amtrak, compagnia prevalentemente pubblica -, anche se esistono società delle contee locali che effettuano trasporti su gomma tra le diverse regioni della California. La maggior parte dei mezzi di trasporto sono offerti da operatori privati, e per Di Battista e la sua famiglia sarà assai complicato viaggiare in California sui mezzi pubblici, a meno di limitarsi all’utilizzo nelle singole città.