Patrizia Prestipino
|

Patrizia Prestipino e la bufala sarcastica di Gianni Morandi che sfotte Roberto Fico sul bus

Patrizia Prestipino ha condiviso la bufala di Gianni Morandi che prendeva in giro Roberto Fico sul bus. La deputata del PD ha modificato il post su Facebook dopo che un commentatore le aveva fatto notare la provenienza della card appena condivisa.

Patrizia Prestipino e la bufala sarcastica di Gianni Morandi che sfotte Roberto Fico sul bus

Le cronologie e il modo in cui è stato sharato il post  paiono indicare però come Prestipino pensasse a un vero sfottò di Gianni Morandi verso Roberto Fico. L’immagine del neo presidente della Camera che prende il bus è diventata la più condivisa e commentata sui social media negli ultimi giorni, e come sempre sono state realizzate un gran numero di meme sarcastici per ironizzare su Roberto Fico.

Patrizia Prestipino
Il primo status condiviso da Patrizia Prestipino

LEGGI ANCHE> SELVAGGIA E LA SUA IDEA DI GIORNALISMO: «ROLLING STONE NON È ROCK. NESSUN RISPETTO PER I DIPENDENTI, SOPRATTUTTO DONNE»

 

Patrizia Prestipino
Lo status modificato da Patrizia Prestipino dopo che un commento sulla bufala condivisa

Uno dei più divertenti è stato composto dalla pagina fake di Gianni Morandi, Gianni Moramdi, che ha realizzato un foto montaggio del noto cantante vicino al presidente della Camera sul bus. «Mi piace prendere l’autobus insieme alla gente comune. Io son stato fortunato in vita mia, ma non dimentico le mie umili origini. Il mio vicino di sedia, ad esempio, è un clochard a cui ho pagato il biglietto e non lo dico certo per farmi pubblicità. Voglio solo condividere un po’ di amore.Un abbraccio. [foto del controllore]».

Patrizia Prestipino

La card ha ottenuto un discreto successo, e come mostrano i commenti sulla pagina fake Gianni Moramdi molte persone hanno creduto fosse vera. Tra di questi c’è Patrizia Prestipino, come sembra dal modo in cui ha modificato lo status su Facebook, deputata del PD eletta per la prima volta alle ultime elezioni del 4 marzo, dopo una lunga carriera negli enti locali di Roma dopo che un commento scritto da un commentatore.