Sergio Battelli, il tesoriere del gruppo M5S alla Camera ha la terza media ma criticarlo è sbagliato

di Andrea Mollica | 30/03/2018

Sergio Battelli

Sergio Battelli è il nuovo tesoriere del gruppo M5S alla Camera dei Deputati. Parlamentare ligure alla seconda legslatura, eletto nel 2013 dopo aver mancato l’approdo nel consiglio comunale della sua città, Varazze, Battelli è stato eletto dai suoi colleghi pentastellati come nuovo responsabile delle entrate e delle uscite del gruppo parlamentare.

Sergio Battelli, il tesoriere del gruppo M5S alla Camera ha la terza media ma criticarlo è sbagliato

Un incarico particolarmente delicato, visto che l’elevato numero di deputati dei Cinque Stelle garantirà circa 13 milioni di euro l’anno da gestire. Il Corriere della Sera di oggi ne traccia un ritratto riportando alcune dichiarazioni. Sergio Battelli è un deputato considerato molto vicino a Luigi Di Maio, e oltre alla giovane età, classe 1982, il deputato ligure ha una caratteristica che sta suscitando diverse ironie in rete. Battelli ha infatti conseguito come titolo di studio la licenza media, e prima di arrivare alla Camera dei Deputati ha lavorato come commesso in un negozio per animali.

LEGGI ANCHE > SELVAGGIA E LA SUA IDEA DI GIORNALISMO: «ROLLING STONE NON È ROCK. NESSUN RISPETTO PER I DIPENDENTI, SOPRATTUTTO DONNE»

Il nuovo tesoriere del gruppo M5S risponde così alla domanda del Corriere, rivolta dal giornalista Claudio Bozza, sulla sua preparazione adeguata a un ruolo così delicato: «Innanzitutto è doveroso precisare che la questione rimborsi è del tutto slegata dalle mie nuove responsabilità: sono due ambiti diversi e saranno sottoposti a controlli molto rigidi da due strutture diverse. C’è un gruppo di funzionari che mi aiuterà a garantire la massima trasparenza e in più sto assumendo nello staff amministrativo una persona molto qualificata».

Sergio Battelli

Su Facebook, su diverse pagine, sta circolando molto una foto che rimarca l’ignoranza di Sergio Battelli. Ci pare la classica indignazione fuori luogo. Il grado di istruzione non corrisponde alla cultura di una persona, e neppure alla sua abilità in una determinata funzione politica. Inoltre, nella storia più o meno recente ci sono stati politici che hanno ricoperto incarichi ben più rilevanti del tesoriere di un gruppo parlamentare.

 

Un esempio molto ravvicinato è Teresa Bellanova, diventata viceministro della Repubblica con la terza media. In passato, in particolare nel Pci, erano eletti numerosi operai O braccianti che avevano conseguito solo la terza media, senza contare chi invece aveva solo la licenza elementare. In democrazia serve il consenso del sovrano, il popolo, e non un titolo di studio per rappresentare e servire la Repubblica.