Matteo Salvini mandato
|

“Dove va Di Maio senza 90 voti?” Salvini si scontra con il M5S (ma non chiude la porta)

In vista delle consultazioni che dovrebbero iniziare subito dopo Pasqua, Matteo Salvini continua lo scontro a distanza con il capo politico del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio.

LEGGI ANCHE > Quando il Pd faceva come i 5 stelle oggi

“Ma da solo Di Maio dove va. Voglio vederlo trovare 90 voti in giro, che dalla sera alla mattina si convincono. E poi 50 voti sono molti meno di 90”, ha commentato il leader del Carroccio l’eventualità che i pentastellati si rechino al Quirinale chiedendo un mandato di governo che, da soli, non potrebbero reggere. “Io dialogo con tutti – ha proseguito Salvini – ma dire ‘io io’ non è il miglior modo di dialogare”.

Il vecchio detto “Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi” sembra tuttavia confermato. Il neo-senatore, infatti, ha aggiunto che incontrerà di persona Di Maio prima di salire al Quirinale.

Il candidato in pectore del Movimento 5 Stelle ha replicato a stretto giro di posta su Twitter: “Salvini dice che gli bastano 50 voti. Vuole fare il governo con i 50 voti del Pd di Renzi in accordo con Berlusconi? Auguri!”

I voti del Pd però al momento non ci sono, anche perché i diretti interessati hanno rifiutato qualsiasi tipo di alleanza, come ha puntualmente precisato il presidente del Partito democratico Matteo Orfini rispondendo a Di Maio.

Intanto il centrodestra, unito il 4 marzo, ha deciso che incontrerà con delegazioni separate il presidente della Repubblica Mattarella. Prospettiva che potrebbe cambiare nel caso si dovesse ricorrere a una seconda consultazione.