Camere, applauso a Liliana Segre, senatrice a vita. Ma Calderoli non partecipa | VIDEO

di Redazione | 23/03/2018

liliana segre

La senatrice a vita Liliana Segre ha ricevuto una standing ovation da tutta l’aula del Senato quando il presidente provvisorio Giorgio Napolitano ha comunicato all’aula l’avvio della XVIII legislatura e l’avvenuta nomina come senatrice a vita da parte del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

LEGGI ANCHE > Elezioni Presidenti Camere, prima votazione a Montecitorio: 592 schede bianche | LIVE

Hanno applaudito tutti, sembrerebbe, tranne uno: il leghista Roberto Calderoli che non si è alzato in piedi, rimanendo seduto. Qui le immagini del Fatto Quotidiano. “Sono andato a salutare di persona e direttamente Liliana Segre. Abbiamo chiacchierato a lungo e le ho confermato la mia profonda stima e rispetto. Quanto alla standing ovation, non ho applaudito solo perché sono contrario ai senatori a vita, figura che avevo abolito nella mia riforma costituzionale”. Lo precisa, conversando con l’Ansa, il leghista, attualmente vice presidente uscente del Senato.

Intanto il presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano, dopo il suo discorso di apertura della XVIII legislatura e l’annuncio della nomina delle senatrice a vita Giuliana Segre e del nuovo giudice della corte Costituzionale, ha sospeso la seduta dell’Aula e ha convocato immediatamente la Giunta provvisoria, composta dai componenti della precedente Giunta delle Elezioni e immunità della precedente legislatura che sono stati rieletti. Costituito il seggio provvisorio infatti, il presidente proclama eletti senatori i candidati subentranti. Ma per i relativi accertamenti si deve convocare la Giunta provvisoria per la verifica dei poteri.