La preside del Liceo Newton di Roma cancella l’evento con lo youtuber transgender

di Redazione | 21/03/2018

liceo newton roma

La preside Ivana Uras sostiene di non essere stata informata dai suoi studenti circa l’incontro con Richard Thunder, youtuber transgender, chiamato a sostenere un dibattito con gli alunni del Liceo Newton di Roma nell’ambito delle giornate per la didattica flessibile. Ma la cosa più grave è rappresentato dal gesto immediatamente successivo: la cancellazione dell’incontro con lo stesso youtuber, comunicata all’interessato attraverso una mail.

LEGGI ANCHE > Mai più fumo a scuola

LICEO NEWTON, L’APPUNTAMENTO CON LO YOUTUBER TRANSGENDER

Dopo aver cancellato l’evento – sostiene il Gay Center – la preside ha affermato che l’appuntamento avrebbe avuto come temi quello del carcere e delle droghe. «Non ho mai fatto uso di droghe e non ho precedenti penali – ha detto lo youtuber transgender Richard Thunder -: la mia convocazione all’incontro era mirata esclusivamente al mio ruolo nell’associazione che dirigo e come blogger trans».

Evidente il malcontento degli studenti. Dopo aver registrato il disappunto, la preside ha anche comunicato che l’incontro è solo rimandato: «Anche in passato abbiamo ospitato iniziative del genere – ha dichiarato -. Non sapevo nulla di questo appuntamento: si tratta di eventi che vanno pianificati, perché il dirigente è direttamente responsabile anche in queste situazioni».

LICEO NEWTON, LE POLEMICHE

Gli studenti non ci stanno. Gli organizzatori dell’incontro si esprimono con toni piuttosto duri: «La didattica flessibile – hanno dichiarato al quotidiano Il Tempo – è un momento dedicato a noi ragazzi e gestito da noi studenti dove, entro determinati limiti, ognuno può soprattutto liberamente essere se stesso. Nessun corso è obbligatorio. Nessuna minoranza deve essere esclusa. Il nostro liceo oggi non è riuscito a stare dalle parte dei suoi studenti». Critiche anche dal Gay Center, secondo cui il Liceo Newton ha dimostrato di essere uomo-transfobico. L’associazione ha invitato gli studenti dell’istituto superiore della Capitale a partecipare a un incontro con Richard Thunder organizzato nella sede del Gay Center.

(FOTO: ANSA/ALESSANDRO DI MEO)