Davide Casaleggio
|

Davide Casaleggio spiega sul Washington Post il successo del Movimento 5 Stelle

Davide Casaleggio è intervenuto sul Washington Post per spiegare il successo del Movimento 5 Stelle. L’imprenditore milanese, responsabile dell’associazione Rousseau, ha iniziato la sua riflessione citando l’espressione sul vento impossibile da fermare con le mani che Luigi Di Maio aveva ripreso dalla campagna elettorale di Renzi alle primarie 2012.

Davide Casaleggio spiega sul Washington Post il successo del Movimento 5 Stelle

«Il Movimento Cinque Stelle è davvero un vento inarrestabile, e continuerà a crescere perché gli appartiene il futuro. I cittadini in ogni parte del mondo desiderano una vera democrazia, per esprimere le loro opinioni in modo indiretto e non essere più ostacolati dal’establishment», rimarca l’imprenditore milanese titolare della piattaforma Rousseau.

LEGGI ANCHE > IL BOSS DELLA ‘NDRANGHETA CHE TENTÒ DI UCCIDERE SEI ROMENI INCENDIANDO LA CASA

Davide Casaleggio prosegue sottolineando come il M5S sia la più importante organizzazione politica digitale al mondo, che ha ottenuto un successo storico grazie a internet. L’imprenditore milanese esalta in particolar modo il risparmio sui costi della democrazia che il modello digitale dei Cinque Stelle è in grado di produrre. Nessun voto costa così poco come quello del M5S, la cui campagna elettorale è stata finanziata direttamente con le donazioni online.

Davide Casaleggio

«La nostra esperienza è la prova di come la Rete abbia reso obsoleti e diseconomici i partiti e più in generale i precedenti modelli organizzativi. Il MoVimento 5 Stelle ha ottenuto circa 11milioni di voti lo scorso 4 marzo. E ogni singolo voto ci è costato 8 centesimi di euro. Un costo sostenuto da microdonazioni arrivate da migliaia e migliaia di cittadini: circa 19mila cittadini hanno donato per un totale di 865mila euro, sostenendo tutti i costi della nostra campagna elettorale. E fa specie pensare che ai partiti tradizionali, invece, ogni singolo voto è costato fino a cento volte di più (+Europa ha un costo stimato di 7 euro a voto)».

Nell’intervento sul Washington Post, poi ripreso sul blog delle Stelle tradotto in italiano, Davide Casaleggio evidenzia come gli obiettivi e le priorità del M5S , lotta alla corruzione, all’evasione fiscale, riduzione delle tasse, protezione dell’ambiente e miglioramento del sistema educativo, siano decisi dai cittadini. Allo stesso modo è la partecipazione dei cittadini ad aver deciso la maggior parte degli eletti in Parlamento, attraverso il voto sulla piattaforma Rousseau, che sono stati selezionati in modo opposto rispetto alle “stanze chiuse” dei partiti tradizionali.

«Il nostro obiettivo vola alto: vogliamo ottenere un milione di iscritti. La stella polare del MoVimento è la partecipazione dei suoi iscritti. Sono loro a determinare le decisioni più importanti che il MoVimento deve prendere e la direzione che prenderà in futuro. Il nostro slogan – “Partecipa, scegli, cambia” – è garanzia di successo. E la nostra speranza è quella di fornire un modello per il rinnovamento della democrazia ovunque, restituendola ai cittadini», conclude Davide Casaleggio.