Marco Camuffo e Pietro Costa
|

Marco Camuffo e Pietro Costa hanno ricevuto l’avviso di fine indagine

Marco Camuffo e Pietro Costa hanno ricevuto l’avviso di fine indagine in merito ai presunti stupri di Firenze, che secondo l’accusa sono stati commessi dai due carabinieri nei confronti di due studentesse americane.

Marco Camuffo e Pietro Costa hanno ricevuto l’avviso di fine indagine

Il reato contestato a Camuffo e Costa è violenza sessuale aggravata. Le due giovani statunitensi, di 21 e 20 anni, hanno confermato la loro accusa in un incidente probatorio, diventato molto controverso per le oltraggiose domande intime poste dai legali dei due carabinieri.

Secondo la ricostruzione della procura di Firenze la notte del 7 settembre 2017 Marco Camuffo e Pietro Costa avrebbero abusato sessualmente delle due studentesse americane dopo che le avevano riportate a casa sulla loro macchina di servizio.

LEGGI ANCHE > SGARBI ATTACCA DI MAIO CON SQUALLIDO GOSSIP SULLA SUA VITA PRIVATA

I due carabinieri, che sono stati in seguito sospesi per non aver rispettato il codice di condotta sul lavoro, hanno ammesso di aver avuto rapporti sessuali con le due ragazze, negando però la violenza, ed evidenziandone il carattere consenziente.

Le due giovani studentesse americane erano entrambe ubriache, con un tasso alcolemico rispettivamente di 1,68 e di 1,59, circa il triplo sopra la soglia del ritiro della patente. Le due ragazze avevano passato una serata in un locale di Firenze, dove hanno poi conosciuto Marco Camuffo e Pietro Costa.

I due carabinieri  ora potranno chiedere di essere interrogati dal pm di Firenze, che dovrà poi decidere se chiedere il loro rinvio a giudizio secondo il sito di Ansa.

Foto copertina: ANSA/MAURIZIO DEGL’INNOCENTI