Storie Maledette Avetrana
|

Franca Leosini su Avetrana: la rete impazzisce per le domande intime a Sabrina Misseri

Lo stile inconfondibile di Franca Leosini ha colpito anche per quanto riguarda la vicenda di Avetrana. La morte di Sarah Scazzi è stata analizzata dalla trasmissione di Raitre Storie Maledette che, nella serata dell’11 marzo, ha registrato ascolti record: con il 7,5% di share e gli oltre 1,8 milioni di spettatori è senz’altro il programma con il miglior rapporto numerico della programmazione della domenica sera.

LEGGI ANCHE > Il grande mistero dell’età di Franca Leosini

STORIE MALEDETTE AVETRANA, LA PUNTATA

La conduttrice ha avuto la possibilità di incontrare Sabrina Misseri e Cosima Serrano, rispettivamente cugina e zia della vittima, che hanno potuto raccontare alcuni particolari della loro vita privata e del loro rapporto con Sarah Scazzi. L’operazione cercata dalla Leosini è quella di cercare di farle apparire come due persone normali, a dispetto del ritratto che i media hanno fatto delle due donne.

STORIE MALEDETTE AVETRANA, LE DOMANDE INTIME

Proprio per questo motivo, dunque, la nota conduttrice di Raitre ha cercato – specialmente con Sabrina – di fare delle domande pruriginose, riguardanti il rapporto della stessa Sabrina con Ivano Russo, da molti considerato la molla per innescare il delitto. In modo particolare, la Leosini ha insistito sulla storia d’amore tra Sabrina e Ivano, sostenendo che «lei praticava massaggi a Ivano Russo, ma sembra che a muovere le mani con efficacia felicemente terapeutica fosse anche Ivano Russo su di lei», oppure, facendo riferimento a un altro episodio nel loro rapporto, incalzando con la domanda «l’incauto giovanotto, mentre frenando i suoi ardori lombari s’inforcava le mutande, come si giustifica con lei?».

Inoltre, più volte si cerca di far riferimento all’aspetto fisico di Sabrina («in carne»), contrapponendolo al «gambo di sedano» di Sarah Scazzi, oppure alle dicerie di paese, con i pettegolezzi di Avetrana e con il fatto che Ivano Russo ne fosse contrariato. La rete ha praticamente apprezzato con una sorta di plebiscito lo stile e le domande di Franca Leosini, facendola diventare in breve tempo un fenomeno di Twitter. Storie Maledette è diventato subito un trending topic e in molti hanno letteralmente osannato la conduttrice, sentendosi autorizzati a fare delle battute sulle due donne da lei intervistate.

Non manca, però, qualche voce critica. La spettacolarizzazione di una vicenda che riguardano due donne che hanno ucciso una ragazza di 15 anni, infatti, ha fatto storcere il naso. E ancor di più sono state criticate le parole degli utenti della rete che hanno avuto modo di attaccare – con la solita gogna mediatica – Sabrina e Cosima sui social network.