luca pasquaretto
|

Grillo dice sì alle Olimpiadi di Torino. «Non possiamo perdere l’opportunità»

Beppe Grillo approva la manifestazione d’interesse per le Olimpiadi di Torino 2026 e con lui lo fa anche la sindaca Chiara Appendino. Il fondatore genovese si è sentito telefonicamente nella serata di venerdì alla riunione degli attivisti torinesi. E, come spiega l’edizione locale di Repubblica, è stato proprio lui a dipanare ogni dubbio sugli attivisti che stavano discutendo da ore.

La manifestazione d’interesse dovrà esser indirizzata, entro fine mese, al Comitato Olimpico Internazionale. «Dobbiamo provare a ideare una Olimpiade diversa, una olimpiade sostenibile», ha detto Beppe Grillo ai suoi. «Non possiamo perdere l’opportunità di dimostrare che il Movimento sa raccogliere le sfide e provare a gestire cose complicate».

I No Tav hanno preso benissimo la notizia. «Grazie Beppe, ora vogliamo il raddoppio del tunnel di base del Tav», commentano ironici su Facebook, nella pagina del gruppo ‘No TORINO 2026 – le Olimpiadi del debito’. «Tra tutti quelli che avrebbero potuto esserlo – si legge – nessuno si aspettava che l’asso nella manica pro Olimpiadi della dirigenza pentastellare torinese fosse proprio lui, Beppe (Grillo eh, non Sala, il Sindaco di Milano). E dopo il prestigioso endorsement, lo short track e la pubblicità della Coca Cola all’Oval sono più vicini». Del gruppo fanno parte alcuni consiglieri comunali che sono contrari al progetto.