razzi
|

Antonio Razzi ha scritto a Trump dopo l’apertura alla Corea del Nord

Dopo la notizia del disgelo tra Corea del Nord e Stati Uniti, anche in Italia c’è chi ha accolto positivamente un possibile incontro tra i due Paesi che saprebbe di storico.

LEGGI ANCHE > UN SUMMIT STORICO: ENTRO MAGGIO DONALD TRUMP INCONTRERÀ KIM JONG-UN

L’ormai ex senatore di Forza Italia Antonio Razzi, famoso più per le sue gaffe che per il ruolo di presidente della bilaterale Italia-Corea del Nord, ha commentato il messaggio di distensione di Kim Jong-Un:

In qualità di Presidente della bilaterale Italia-Corea del Nord e di segretario della Commissione Esteri del Senato, sono felice per il disgelo nucleare tra la Corea del Nord e gli Usa. Ho lavorato per molti anni per trovare un punto di incontro che potesse avvicinate le posizioni conflittuali tra la Corea del Nord, quella del Sud e gli Usa.

Razzi, tuttavia, è andato oltre rivolgendosi direttamente al presidente Trump:

Mi sono spinto addirittura a scrivere a Trump per metterlo a conoscenza della disponibilità della repubblica democratica popolare di Corea di sedersi ad un tavolo e parlare di pace. Per anni ho tentato tutte le strade compresa quella del calcio. Per anni ho frequentato la Corea accolto sempre benissimo. Esprimo dunque soddisfazione per questa novità positiva che porterà a parlare finalmente di pace cosa per la quale ho speso, nell’ultimo decennio, le mie energie

L’esclusione dalle liste di Forza Italia aveva affranto il senatore abruzzese. Chissà se dopo questo episodio sia riuscito, almeno per un momento, a dimenticare la delusione per il suo siluramento.

(Foto credits: ANSA / RICCARDO ANTIMIANI)