|

REGOLAMENTO CONTEST “Cybersecurity Affairs: il reportage di Giornalettismo”

REGOLAMENTO CONTEST

“Cybersecurity Affairs: il reportage di Giornalettismo”

Iniziativa promozionale da intendersi esclusa dalle manifestazioni a premio come previsto dall’art. 6 del D.P.R. 430/2001

1. Premessa:

Giornalettismo, da sempre, promuove e valorizza la diffusione di un’informazione vera e consapevole.
Con questo intento, Giornalettismo intende dare vita ad un’iniziativa che consenta a giornalisti professionisti e giornalisti pubblicisti di realizzare una propria inchiesta su temi di volta in volta individuati dalla redazione di Giornalettismo.

2. Soggetto Promotore:

Giornalettismo S.r.l. – via Marcello Prestinari, n°9 – Roma 00195 (RM)

3. Area:

Intero territorio italiano.

4. Destinatari:

Il bando è rivolto agli utenti internet maggiorenni, residenti in Italia, i quali siano giornalisti (professionisti, pubblicisti, praticanti e allievi delle scuole di giornalismo) iscritti all’Ordine dei Giornalisti italiano e relativi albi e registri.

5. Finalità:

Il Soggetto Promotore intende organizzare un concorso a premi denominato “Cybersecurity Affairs: il Reportage di Giornalettismo” il quale si svolgerà con le modalità indicate nel presente regolamento.

Il concorso si pone i seguenti obiettivi:

(i) raccogliere i progetti di inchiesta più significativi sul seguente tema: Allarme Cybersecurity: quando la sicurezza informatica diventa un’arma politica;
(ii) premiare progetti più pregevoli, supportandone la realizzazione e procedendo alla pubblicazione sul sito www.giornalettismo.com;
(iii) incentivare la conoscenza e gli accessi di www.giornalettismo.com.

6. Durata e sezioni:

La durata complessiva del concorso è fissata dalle ore 10:00 del 07 Marzo 2018 alle ore 10:00 del 14 Marzo 2018.
Il presente contest è articolato in un’unica sezione tematica:

(i)       “web security”:

Allarme cybersecurity. L’ultima Relazione al Parlamento dei Servizi di informazione e sicurezza sottolinea come le campagne on line, specialmente dal punto di vista politico “sfruttano, con l’impiego di tecniche sofisticate e di ingenti risorse finanziarie, divisioni politiche, economiche e sociali dei contesti d’interesse“. L’obiettivo è quello di destabilizzare o minare la coesione dell’opinione pubblica. Quali pericoli ci sono nella nostra sicurezza on line? Quali sono i flussi che finanziano queste influenze? E soprattutto nello scenario del voto del 4 marzo quanto ha influito questo fenomeno nella cyber propaganda?

7. Pubblicità:
Il concorso verrà pubblicizzato attraverso il sito www.giornalettismo.com ed attraverso i principali social network. La pubblicità svolta ai fini di comunicare la manifestazione sarà coerente con il presente regolamento. Il regolamento completo sarà disponibile sul www.giornalettismo.com.

8. Modalità:
Per partecipare al concorso gli utenti dovranno collegarsi al sito www.giornalettismo.com. 

Gli utenti dovranno inviare all’indirizzo e-mail redazione@giornalettismo.com. una comunicazione e-mail contenente la scheda sinottica del progetto di inchiesta, il quale dovrà avere le seguenti caratteristiche:

o          taglio giornalistico d’inchiesta;
o          servizio scritto e audiovisivo;
o          budget previsto (comunque non superiore ad euro millecinquecento);
o          possibilità di essere realizzato, ove selezionato dal Soggetto Promotore, nell’arco temporale di n°10 giorni dall’invio.

I progetti d’inchiesta dovranno pervenire corredati dei seguenti dati dei partecipanti: nome, cognome, indirizzo, numero civico, comune, provincia, cap, telefono, breve curriculum vitae, numero della tessera professionale e Albo di appartenenza (se giornalista).

Il singolo partecipante potrà inviare un solo progetto.

Il partecipante, inviando il progetto, garantirà di essere l’autore dello stesso e di essere detentore dei relativi diritti d’autore, sollevando il Soggetto Promotore da eventuali contestazioni da parte di terzi.

9. Preselezione e selezione:
Tutti i progetti pervenuti saranno preliminarmente vagliati da una Commissione appositamente delegata dal Soggetto Promotore che eliminerà, a proprio insindacabile giudizio, quelli ritenuti fuori tema.

La Commissione è composta dai sig.ri:
o    Stefania Carboni;
o    Gianmichele Laino;
o    Salvatore Maiolino.

La valutazione dei progetti sarà volta a verificare le capacità delle proposte di rispondere agli obiettivi del contest e delle sezioni in cui esso si articola (v. art. 6).

I progetti dovranno dimostrare di avere un budget adeguato e coerente alle attività presentate.

I criteri di valutazione saranno i seguenti:

(i) corrispondenza con obiettivo del bando;
(ii) corrispondenza con i temi;
(iii) coerenza attività;
(iv) fattibilità del progetto;
(v) coerenza budget;
(vi) innovazione.

I progetti saranno vagliati dalla Commissione che esprimerà il suo giudizio e comunicherà i risultati al Soggetto Promotore, che provvederà ad informare direttamente i selezionati. La decisione della Commissione sarà definitiva e non sindacabile. La Giuria avrà facoltà di non procedere all’assegnazione di alcun premio per una o più sezioni, alla luce della sua libera valutazione di merito.

Il Soggetto Promotore provvederà a comunicare il vincitore di ciascuna sezione (di cui all’art. 6) entro n°3 giorni dallo spirare dei termini di presentazione dei progetti indicati in relazione a ciascuna sezione e la premiazione avverrà entro n°15 giorni della data di comunicazione del vincitore.

La proposta selezionata per ciascuna sezione dovrà essere realizzata dal relativo vincitore entro n°31 giorni dalla data della premiazione.

10. Premi:

Il progetto vincitore di ciascuna sezione sarà premiato con un contributo massimo di euro millecinquecento da impiegare nello sviluppo e nella produzione dell’inchiesta.

L’inchiesta ed i relativi servizi scritti e/o audiovisivi dovranno essere realizzato secondo il cronoprogramma previsto nelle caratteristiche individuate all’art. 8 e dovrà essere finalizzato all’informazione gratuita, tramite carta stampata, filmati, servizi radiofonici, nuovi media. Si tratta dunque di un premio volto a promuovere, incoraggiare e sostenere un progetto giornalistico legato ad una scoperta, un’intuizione che merita di essere approfondita, conosciuta meglio e raccontata.

Il Soggetto Promotore, nel limite del budget previsto nelle caratteristiche individuate all’art. 8, fornirà, altresì, il supporto tecnico (a titolo esemplificativo: produzione, post produzione, promozione), anche per consentire la realizzazione dei progetti nel rispetto dei tempi di cui al cronoprogramma.

I premi in denaro erogati ai vincitori del presente concorso sono attribuiti in riconoscimento di particolari meriti scientifici e sociali; pertanto, a norma dell’art. 67 comma 1 lett. d) del Testo Unico delle Imposte sui Redditi D.P.R. 917/1986 e successive modificazioni, sono considerati a tutti gli effetti redditi diversi imponibili fiscalmente in capo ai percettori. Si precisa, inoltre, che
tali premi, a norma dell’art. 30 del D.P.R. 600/1973, non sono assoggettati a ritenuta alla fonte a titolo d’imposta.

11. Proprietà:
Il vincitore autorizza il Soggetto Promotore ad utilizzare il progetto e la seguente inchiesta ed i relativi servizi scritti e/o audiovisivi senza nulla pretendere. Più specificatamente, il vincitore cede e traferisce, sin d’ora, in via definitiva al Soggetto Promotore, a titolo gratuito (fatto salvo il premio), tutti i diritti patrimoniali e di utilizzazione economica (inclusi, a titolo meramente esemplificativo, il diritto di cessione a terzi, riproduzione e pubblicazione, di elaborazione, traduzione, riduzione, pubblicazione in raccolta) dei servizi scritti e/o audiovisivi prodotti in funzione dell’inchiesta su tutti i mezzi di comunicazione (presenti e/o futuri) sia off-line (cartacei e non) sia on-line, in Italia e all’estero.
Il Soggetto Promotore avrà la facoltà (e non l’obbligo) di riprodurre l’inchiesta e i relativi servizi scritti e/o audiovisivi, purché con il nome del vincitore.

Il vincitore si impegna a liberare e tenere indenne il Soggetto Promotore da ogni e qualsiasi responsabilità verso terzi derivante dalla utilizzazione e/o pubblicazione dell’inchiesta e dei relativi servizi scritti e/o audiovisivi, in relazione a qualunque pretesa possa essere avanzata da terzi al riguardo.

Il vincitore si impegna a rispettare le norme, anche di natura deontologica, che disciplinano la propria attività professionale, garantendo in particolare che verificherà con il massimo scrupolo l’attendibilità e la fondatezza delle fonti e che il diritto di cronaca e di critica propri della sua professione verranno esercitati nel massimo rispetto della verità dei fatti e della reputazione
delle persone coinvolte.

Il vincitore dovrà, inoltre, astenersi dall’utilizzare i mezzi d’informazione del Soggetto Promotore per fini non rigorosamente riconducibili all’attività d’informazione, in particolare evitando qualsiasi riferimento di carattere pubblicitario.

12. Informativa Privacy ex art. 13 del D.Lgs 196/2003:

I dati saranno trattati dal Giornalettismo S.r.l., in qualità di Titolare del trattamento dei dati. I dati personali dei partecipanti alla presente operazione saranno trattati ai fini dell’espletamento del contest. Il trattamento sarà effettuato con strumenti idonei a garantire la sicurezza e la riservatezza, anche attraverso sistemi automatizzati. Ciascun partecipante potrà esercitare i
diritti di cui all’art. 7 del D.lgs. n. 196/2003, tra cui avere accesso ai propri dati, chiederne la modifica e la cancellazione oppure opporsi al loro utilizzo, scrivendo all’Amministratore Unico pro tempore, in qualità di delegato dal Titolare del Trattamento dei Dati e domiciliato per la predetta carica presso Giornalettismo S.r.l., via Marcello Prestinari, n°9 – Roma 00195 (RM),
oppure inviando una e-mail a redazione@giornalettismo.com.

° ° ° ° °
Roma, 07 marzo 2018

Giornalettismo S.r.l.