burian bis
|

L’inverno non finisce più: a fine mese arriva Burian Bis, ancora gelo e neve

L’inverno sembra non finire mai. Il tempo del gelo e delle nevicate non si è infatti concluso con l’ondata di freddo della scorsa settimana. Alla fine del mese di marzo potrebbe arrivare un nuovo Burian, ovvero Burian Bis, alta pressione che favorirà ancora una volta le gelate. Probabilmente, dunque, l’inizio della primavera non sarà accompagnato da temperature miti.

Burian Bis

Del possibile arrivo di Burian Bis parlano gli esperti del sito Ilmeteo.it. «Quello che propone il modello americano GFS è a dir poco allarmante», fanno sapere. E ancora: «Dopo il Burian di fine febbraio, ecco che ancora aria gelida dalla Russia si potrebbe riversare sull’Italia dal 20 marzo, il giorno dell’equinozio di primavera», «il Burian marzolino porterebbe ancora una volta la neve in pianura sulle regioni settentrionali».

In arrivo a marzo una nuova ondata di freddo come nel 1991 e 1996

Quella prevista per le prossime settimane è una situazione meteo simile a quella registrata, più di venti anni fa, nel 1991 e nel ’96. Il direttore dei Ilmeteo.it Antonio Sanò ha spiegato: «Osservando nello scenario europeo la situazione meteo attuale causata dal più potente riscaldamento della stratosfera degli ultimi 30 anni (lo strat-warming) e confrontandola con quanto avvenuto negli anni scorsi, si può ipotizzare che si verifichino condizioni climatiche analoghe. In passato, aria fredda come quella che ha sconvolto gli ultimi giorni di febbraio e i primi di questo mese, ha determinato, nel corso di marzo, colpi di coda invernali, che fanno ricordare in Italia addirittura il 15 aprile del 1991 con la neve o la Pasqua del 1996 imbiancata».

Con Burian Bis gelo e neve fino a bassa quota

Il sito 3bmeteo.com conferma che il mese di marzo si presenterà a tratti freddo e instabile. «L’alta pressione con un massimo sul Regno Unito si allungherà verso la Penisola scandinava, masse d’aria fredda in discesa sul bordo orientale dell’anticiclone porteranno un clima invernale su diverse Nazioni del Centro Nord Europa. In parte l’aria fredda si getterà sul bacino del Mediterraneo dove contrasterà con una massa d’aria più umida in scorrimento alle basse latitudini. Questa situazione determinerà delle ondate di maltempo sulla nostra Penisola con episodi di neve fino a bassa quota. Le temperature saranno sotto le medie del periodo specie al centro Nord mentre un andamento altalenante si avrà al Sud e sulla Sicilia».

Che tempo fa a Pasqua e a Pasquetta

A poco meno di un mese di distanza, Ilmeteo.it prevede per Pasqua e Pasquetta un tempo brutto, con neve e gelo causate dallo strat-warming. «La nostra previsione per Pasqua e Pasquetta – si legge sul sito – indica la concreta possibilità di irruzioni polari capaci di riportare l’inverno sul nostro Paese, mietendo nevicate a bassissima quota se non in pianura, come succedeva spesso negli anni ’70 e ’80. La stagione sciistica potrebbe durare fino ai primi giorni di Maggio, e l’anticiclone delle Azzorre potrebbe veramente tardare ad arrivare».

(Foto: ANSA / MASSIMILIANO SCHIAZZA)

TAG: Meteo