forza nuova
|

Il dirigente di Forza Nuova legato e pestato, online il video dell’aggressione

Un video con immagini cruente e audio dell’aggressione avvenuta ieri a Palermo ai danni di Massimiliano Ursino, dirigente di Forza Nuova, è stato pubblicato online. Su YouTube è stato caricato (ripreso da più utenti) un filmato di breve durata del terribile pestaggio ai danni dell’attivista dell’estrema destra. La scena è stata stato ripresa con un telefonino da una ragazza che faceva parte del gruppo di aggressori. Nel video si sente la giovane che cerca di tranquillizzare i passanti terrorizzati affermando: «Tranquilli, è solo una scherzo…». «Lo conosciamo, non è successo niente», le sue parole. La procura ha affidato le indagini sul raid agli uomini della Digos.

 

LEGGI ANCHE > Dirigente di Forza Nuova picchiato a Palermo, fu condannato per botte agli immigrati

 

Dirigente di Forza Nuova Ursino aggredito a Palermo, online il video

Massimiliano Ursino, segretario provinciale di Fn a Palermo è stato aggredito in strada, legato mani e piedi in una strada in centro città e pestato fino a quando qualcuno non ha implorato di smetterla. L’aggressione è avvenuta poco distante dalla sede di Fn, a pochi passi da piazza Lolli. Ursino è finito in ospedale. Ha una frattura al naso, ematomi al volto e in tutto il corpo e una sospetta lesione alla spalla. I medici del Pronto Soccorso dell’Ospedale Civico gli hanno diagnosticato una prognosi di venti giorni. Gli attivisti di Forza Nuova hanno commentato l’accaduto minacciando ritorsioni. Il vicesegretario Giuseppe Provenzale ha affermato: «Tutti sanno chi è stato. E lo sa anche il sindaco Leoluca Orlando. Noi risponderemo politicamente a questa aggressione. Ci prenderemo la piazza con l’arrivo del nostro leader Roberto Fiore anche se qualcuno cerca di vietarcelo». E ancora: «Sono animali e come le iene attaccano alle spalle, ci hanno dichiarato guerra e guerra sia». Il primo cittadino, in una nota, intanto: «Quanto avvenuto con l’aggressione ai danni del segretario provinciale dell’organizzazione neofascista Forza Nuova a Palermo è il segno della degenerazione che la politica italiana sta subendo, dopo avere sottovalutato la recrudescenza di fenomeni e comportamenti fascisti e razzisti, che rischiano di infettare culturalmente la società civile, anche quella che antifascista e antirazzista si proclama. Il fascismo non si combatte con lo squadrismo, bensì con la cultura e la resistenza».

(Immagine: un frame del video dell’aggressione al dirigente di Forza Nuova Massimiliano Ursino caricato su YouTube)