bufala
|

La dichiarazione di Trenitalia che svela la bufala del ragazzo di colore senza biglietto

Ieri ha fatto il giro della rete una bufala su un ragazzo di colore senza biglietto sul Frecciarossa 9608 Roma-Milano. Un post diventato virale su Facebook raccontava l’episodio di un passeggero straniero scoperto dal controllore a viaggiare sul treno ad alta velocità (il cui costo normalmente sarebbe di 86 euro) con un biglietto da 4 euro, valido per un’altra tratta. In realtà era accaduto qualcosa di diverso. Come riferito dall’ufficio stampa di Trenitalia a Giornalettismo, il ragazzo era in possesso di un biglietto corretto, di tariffa standard, valido proprio per la tratta del Frecciarossa 9608. Dopo la verifica, il passeggero è stato regolarmente accompagnato nella carrozza e al posto corrispondente al ticket.

 

bufala
(Immagine: la dichiarazione della capotreno)

 

LEGGI ANCHE > La vera storia del ragazzo di colore senza biglietto sul Frecciarossa 9608

 

La dichiarazione della capotreno che svela la bufala del ragazzo di colore senza biglietto

Ecco la dichiarazione di Trenitalia  relativa alla relazione della capotreno:

«Mentre effettuavo la controlleria a bordo del treno 9608 di oggi febbraio 2018, un passeggero mostrava un titolo di viaggio non valido per il treno in oggetto. Scopro che non parla italiano e parla un inglese molto stentato. Gli comunico il prezzo da pagare per la tratta Roma-Bologna, mi fa capire che non ha soldi e insiste nell’indicarmi il titolo di viaggio in suo possesso: successivamente, gli chiedo le generalità e un documento. Scoprendo che era sprovvisto di documenti, gli chiedo di seguirmi nel vestibolo, per la sua privacy e per tutti gli accertamenti del caso. Nel vestibolo, dopo ulteriore richiesta del documento, tirava fuori un titolo di viaggio cartaceo valido per il treno 9608. A quel punto, chiarita la posizione del cliente, ho proseguito la mia attività di controlleria».

(Immagine: il messaggio inviato da Trenitalia)

TAG: Bufala