Sanremo 2018, Meta-Moro gate: è plagio? Ecco cosa prevede il regolamento | VIDEO e AUDIO

di Gianmichele Laino | 07/02/2018

ermal meta moro sospesi

Scoppia il primo caso di un presunto plagio a Sanremo 2018. Ieri notte, nel corso del Dopofestival, è stato fatto presente – in seguito ad alcune segnalazioni direttamente dalla rete, tra cui quella del sito  altrospettacolo.it – che il brano di Ermal Meta e Fabrizio Moro (Non mi avete fatto niente), uno dei super favoriti per la vittoria finale, sarebbe in realtà molto simile a una canzone presentata in occasione di Sanremo giovani nel 2015, intitolata Silenzio e cantata da Ambra Calvani e Gabriele de Pascali. L’ascolto in effetti è impietoso:

PLAGIO SANREMO 2018: ASCOLTA IL CONFRONTO TRA I DUE BRANI

Palpabile l’imbarazzo all’Ariston, dove Edoardo Leo si è trovato a gestire lo scoop. La canzone di Ambra Calvani e Gabriele de Pascali, presentata in una passata edizione di Sanremo Giovani, avrebbe lo stesso autore della canzone di Fabrizio Moro ed Ermal Meta, il che rafforzerebbe la teoria della stretta somiglianza. Non mi avete fatto niente, infatti, oltre alla firma dei due cantautori, reca in calce anche quella di Andrea Febo.

PLAGIO SANREMO 2018, LA SCOPERTA IN DIRETTA

Tuttavia, la canzone Silenzio – nonostante sia stata presentata tra quelle delle nuove proposte nella selezione Rai (ma ora la sua pagina sul sito ufficiale non risulta più attiva) – non è mai stata pubblicata. Questo è un elemento che gioca a favore della non esclusione dei due cantautori dalla kermesse 2018. Bisogna tuttavia appurare – e lo diciamo in punta di regolamento – se la canzone sia mai stata eseguita in pubblico. Sulla rete qualcosa in questo senso compare (post, status dei social network in modo particolare), ma per il momento bisogna lasciare quantomeno il beneficio del dubbio su questa eventualità.

Del resto, Moro e Meta sembrano consapevoli della somiglianza del loro brano con un’altra canzone. In un’intervista a Donna Moderna, infatti, Fabrizio Moro aveva dichiarato: «C’era un brano in un cassetto, un brano su cui stavamo lavorando io e Andrea Febo, un cantautore e collaboratore con cui mi confronto da anni. Abbiamo salvato una parte di quel brano che parlava totalmente di un altro argomento, poi è arrivato Ermal e abbiamo continuato a lavorare insieme fino alla chiusura di Non mi avete fatto niente». Oggi, dalla conferenza stampa, ci si aspetta qualche novità in più.