donna sotto metro b
|

Spinta sotto la metro a Roma: fermato uomo. Per investigatori è gesto di un folle

Fermato nella notte un uomo di 47 anni, di nazionalità italiana, sospettato di aver spinto sui binari della metro B di Roma una donna peruviana. Lo riferisce la Polizia di Stato della Squadra Mobile e del Commissariato Esposizione, che è arrivata all’uomo al termine di una rapida indagine. Il 47enne, I.T., è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto quale autore del tentato omicidio della donna avvenuto nel primo pomeriggio di ieri presso la fermata metro Eur – Fermi. Le cause sono da attribuire ad un gesto di follia.

METRO ROMA: MICAELA CASTRO PIZARRO HA PERSO LA MANO

Micaela Castro Pizarro era ridotta a una maschera di sangue, dopo il gesto. Ha l’avambraccio sinistro amputato, il fianco destro
a pezzi, dal bacino in giù. La colf peruviana, è stata spinta sui binari della seconda linea capitolina da un uomo pochi minuti
dopo le 13 di ieri. Adesso si trova nel reparto di terapia intensiva del San Camillo. Era ancora cosciente al momento dell’arrivo dei soccorsi. La cugina di Micaela, Myriam, ha cercato di dare qualche spunto agli agenti. «Ci siamo scritte poco prima dell’incidente. Non so chi potrebbe averle fatto del male. Ora voglio solo andare a trovarla in ospedale», ha raccontato a Repubblica. inizialmente si era ipotizzata una conoscenza tra la vittima e l’uomo. Con il fermo di queste ore invece emerge come l’uomo in realtà abbia agito nella più totale follia, presubilmente senza conoscere la vittima. Stamane Repubblica ha ricostruito gli attimi, drammatici, di ieri:

La donna delle pulizie attende immobile. Poi lo spintone. Secco, violento. La sudamericana atterra sui binari sotto i fari della motrice e sotto gli occhi degli altri passeggeri.
Quindi il fuggi fuggi: il cappotto rosso, ora nel mirino della questura, riesce a far perdere le sue tracce tra le urla strazianti della vittima, stritolata tra il treno e la banchina. Ma ancora cosciente.

(foto ANSA/CLAUDIO PERI)