I giovani della Lega hanno bruciato un fantoccio della Boldrini | FOTO

di Redazione | 26/01/2018

laura boldrini

Un fantoccio di Laura Boldrini in fiamme. È il gesto vergognoso, inaccettabile, compiuto ieri durante una festa popolare a Busto Arsizio (Varese) dal Movimento Giovani Padani, il movimento politico giovanile della Lega.

Fantoccio della Boldrini da bruciare, le foto dei giovani della Lega su Facebook

Un fantoccio raffigurava la presidente della Camera, un altro il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. Una fotografia della candidata di Liberi e Uguali era accompagnata da scritte e slogan contro le politiche per l’integrazione dei profughi. Sono stati bruciati in piazzale Einaudi durante la festa in onore della Gioeubia, una ricorrenza popolare del Nord Italia. Durante la tradizionale festa si brucia un fantoccio in segno di buon auspicio. Nei secoli il fantoccio ha assunto le sembianze di una strega, ma i giovani padani stavolta hanno scelto un’avversaria politica. La Boldrini era raffigurata a bordo di una nave denominata ‘Costa Discordia’, in partenza il 4 marzo, giorno delle elezioni, per l’Africa, con al timone il capitano Francesco Schettino. Un chiaro riferimento alla tragedia della Costa Concordia.

 

laura boldrini
(Immagine dalla pagina fan Facebook dei giovani padani di Busto Arsizio)

 

«Gioeubia 2018! Vi aspettiamo questa sera dalle 19 per il falò e risottata in centro!», avevano scritto i ragazzi del movimento della Lega sulla loro pagina fan di Facebook poche ore prima di dare alle fiamme i fantocci. Sulla bacheca avevano postato anche le immagini di quanto preparato per il falò. In fiamme anche fantocci di altri leader politici come il presidente Usa Donald Trump.

 

 

Fantoccio di Laura Boldrini da bruciare, Grasso: «Non ho parole per descrivere il disgusto»

Le reazioni non si sono fatte attendere. Il candidato premier di Liberi e Uguali e presidente del Senato Pietro Grasso su Twitter ha scritto: «Non ho parole per descrivere il disgusto provato nel vedere le immagini di Busto Arsizio. Un fantoccio raffigurante Laura Boldrini da bruciare in piazza. Chi brucia fantocci ricorda chi bruciava i libri e il motivo per cui lo faceva. La mia solidarietà a Laura».

 

 

In serata i vertici della Lega hanno preso le distanze. Il coordinamento federale del Mgp di Milano si è dissociato «nella maniera più assoluta» da quanto accaduto in pizza a Busto Arsizio precisando che l’opposizione alle «pessime politiche del governo» deve avvenire «con la sola forza delle idee, non con atti di violenza» e promettendo «provvedimento disciplinari verso i responsabili». La Polizia ha avviato indagini per identificare i creatori del fantoccio e gli autori del rogo. Verrà valutato se nei loro confronti siano configurabili ipotesi di reato.

(Immagine dalla pagina fan Facebook dei giovani padani di Busto Arsizio)