L’ex vicepresidente Usa: la Russia ha interferito con il referendum in Italia. E aiuta M5S e Lega

di Redazione | 08/12/2017

m5s

Ancora una denuncia sulle interferenze della Russia nella politica italiana e sui legami con alcuni partiti. L’ex vicepresidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ne ha parlato in un articolo pubblicato sulla rivista ‘Foreign Affairs’ insieme all’ex vice assistente segretario della Difesa Michael Carpenter. Il contenuto viene ripreso oggi dall’inviato della Stampa a New York Paolo Mastrolilli. Il saggio di Biden (vice di Obama nei due mandati alla Casa Bianca, dal 2009 al 2017) e di Carpenter s’intitola «How to stand up to the Kremlin», ovvero «Come affrontare il Cremlino» e riguarda la difesa della democrazia «contro i nemici». Stando a quanto riportato il presidente Vladimir Putin ha lanciato una campagna interna e internazionale per conservare il potere basata su corruzione e ingerenza militare e politica. La strategia di sopravvivenza del leader russo guarderebbe anche all’estero per molteplici motivi: la necessità di difendersi dall’America, impedire ai Paese più vicini di passare nel campo occidentale, destabilizzare le maggiori democrazie.

L’ex vicepresidente Usa Joe Biden: la Russia sta aiutando M5S e Lega Nord

Come scrive Biden, che negli otto anni di esperienza alla Casa Bianca da vice di Obama è stato molto coinvolto negli affari internazionali, gli Usa non hanno mai cercato di rovesciare Putin ma il presidente russo è convinto che dietro le rivolte scoppiate in paesi come Ucraina, Geogria, Serbia e Kirgyzistan ci sia stata proprio la mano degli Stati Uniti. Putin considera dunque Washington come il suo nemico principale e per questo ha orchestrato la campagna di disinformazione per influenzare le elezioni presidenziali del 2016, vinte poi da Donald Trump. Contemporaneamente, spiega ancora Biden, il leader russo lavora per evitare che i paesi più vicini passino dalla parte occidentale, perché in quel modo darebbero un esempio negativo ai suoi concittadini, desiderosi di democrazia e sviluppo. Per quanto riguarda l’attacco all’Occidente da parte russa vanno invece considerate le iniziative lanciate per le elezioni. «La Russia  – scrive Biden – non si è arresa, e ha compiuto passi simili per influenzare le campagne politiche in vari paesi europei, inclusi i referendum in Olanda (sull’integrazione dell’Ucraina in Europa), Italia (sulle riforme istituzionali), e in Spagna (sulla secessione della Catalogna)». L’ex vicepresidente Usa parla poi di aiuti del Cremlino all’estrema destra in Germania e aggiunge che «un simile sforzo è in corso per sostenere il movimento nazionalista della Lega Nord e quello populista dei 5 Stelle in Italia, in vista delle prossime elezioni parlamentari». L’inviato Mastrolilli sulla Stampa ricorda che Biden era vice di Obama anche nell’autunno 2016, quando inviò una missione a Roma per informare l’ambasciata americana di Via Veneto su sospette ingerenze del Cremlino.

(Foto Zumparess da archivio Ansa. Credit: Kremlin Pool / Planet Pix via ZUMA Wire)

TAG: Joe Biden