Salvini Brigate Rosse
|

Salvini imbavagliato e prigioniero delle Brigate Rosse: «Mi minacciano su Facebook, ecco le prove»

Una fotografia di Matteo Salvini imbavagliato, sotto la stella delle Brigate Rosse. Il tutto rigorosamente in bianco e nero. Arriva direttamente da Facebook – dalla pagina Vento Ribelle – il nuovo caso politico del giorno. Il post – accompagnato dal commento «ho un sogno» -, attualmente, non è più presente sul social network, ma viene rilanciato – via screenshot – dallo stesso leader della Lega. Salvini, infatti, ha denunciato sulla sua bacheca Facebook l’autore del gesto, commentandolo così: «Incredibile.Questa è vera VIOLENZA.
Non mi fanno paura, mi danno ancora più forza: andiamo a governare!!!»:

MATTEO SALVINI BRIGATE ROSSE: IL POST

Insomma, in vista delle prossime elezioni politiche 2018 e in pieno dibattito sull’influenza della rete, delle fake news e dei messaggi poco edificanti, un nuovo ciclone – questa volta «da sinistra» – agita le acque del panorama politico nazionale. Il leader della Lega chiede che si applichino misure concrete dopo questo gesto nei suoi confronti: «Sono sicuro – ha dichiarato – che di fronte a tante inaccettabili minacce si aprirà anche un serio dibattito sulla violenza vera e non presunta. Ovviamente mi auguro che dopo tante chiacchiere su fake news e violenza, su Facebook partano indagini vere e approfondite sull’autore di questo gesto».

SALVINI BRIGATE ROSSE, LA SOLIDARIETÀ DEL PARTITO DEMOCRATICO

Immediata la solidarietà delle parti politiche. Il Partito Democratico ha voluto esprimere la sua vicinanza a Matteo Salvini, definendo «indegno» il fotomontaggio apparso sui social network: «Bavagli e ricordi di un sanguinario passato terroristico sono da condannare con forza – fanno sapere da via del Nazareno -. Le autorità facciano piena luce su un gesto grave, visto che il web non può e non deve essere terreno di caccia incontrastato per sostenitori di diversi estremismi».

Matteo Salvini, inoltre, ha annunciato che verranno presi provvedimenti nei confronti degli autori del fotomontaggio: «Oggi stesso denunceremo l’autore – ha affermato Salvini – e attendo reazioni scandalizzate come quelle dei giorni scorsi dove è stato detto tutto e il suo contrario su episodi di presunta violenza».