|

Israele minaccia di annullare il Giro d’Italia per la scritta «West Jerusalem» (poi modificata)

Il Giro d’Italia 2018 partirà da Gesusalemme. E Israele ha minacciato di annullare le prime tre tappe per una scritta non gradita. Sulle mappe e le altimetrie della corsa rosa del prossimo anno, appena presentata, è spuntata l’indicazione «West Jerusalem» come punto di partenza della manifestazione. Le autorità israeliane non hanno gradito e hanno minacciato di bloccare il finanziamento.

ISRAELE MINACCIA DI ANNULLARE LE TAPPE DEL GIRO D’ITALIA

I ministri dello sport e della cultura (Miri Regev) e del turismo (Yariv Levin) hanno avvertito: se dal sito del Giro non verrà cambiata la definizione che qualifica «West Jerusalem», relativa alla prima tappa della corsa a tappe, il governo parteciperà all’iniziativa. «Gerusalemme – hanno precisato ancora i ministri – è la capitale di Israele: non vi sono Est e Ovest». E ancora: «Gerusalemme è una città unita. Quelle pubblicazioni sono una infrazione delle intese con il governo israeliano. Se ciò non sarà cambiato Israele non parteciperà all’evento». Secondo il governo filo-governativo Israel ha-Yom della questione è interessato anche il ministero per le questioni strategiche. Il giornale ha precisato che i ministeri sono giunti alla conclusione che «si tratta di pressioni di elementi filo-palestinesi, che vorrebbero sottolineare che Gerusalemme est non fa parte di Israele». Nella versione online, il giornale ha titolato: «Il Giro in Israele potrebbe essere annullato».

 

Giro d'italia
(Immagine dal sito ufficiale del Giro d’Italia)

 

MODIFICA DI ‘WEST JERUSALEM’ IN ‘JERUSALEM’ SULLA MAPPA ONLINE

In seguito è arrivata una modifica. Sul sito ufficiale del Giro d’Italia l’indicazione della località di partenza e arrivo della prima tappa dell’edizione 2018 è diventata «Jerusalem».

 

Giro d'italia
(Immagine dal sito ufficiale del Giro d’Italia)

 

(Immagini dal sito ufficiale del Giro d’Italia)

TAG: Israele