Gli ignobili commenti a Giusi Nicolini che non è stata rieletta sindaco di Lampedusa

di Stefania Carboni | 12/06/2017

giusi nicolini

«Portinaia degli africani», e ancora «salutace a Soros» o hai «riempito l’isola di negroni». Sono solo alcuni dei commenti elegantissimi che si trovano sui social per la sconfitta di Giusi Nicolini, sindaco uscente di Lampedusa, arrivata solamente terza alle comunali 2017.

«Sono andata a guardare l’account di #GiusiNicolini ci sono solo migranti e premi. I Lampedusani perché avrebbero dovuto votarla?» @hele‏

LEGGI ANCHE > Disastro M5S alle comunali, chi è il responsabile

Alcuni commenti sono abbastanza sgradevoli.

La sindaca, simbolo dell’isola della solidarietà e dell’accoglienza, andò anche alla Casa Bianca come testimonial dell’Italia delle eccellenze. Evidentemente però non ha riconvinto i suoi cittadini. Nicolini è stata sconfitta dall’ex sindaco Totò Martello, grazie all’appoggio di un pezzo del Pd (che a Lampedusa non ha presentato il simbolo), mentre al secondo posto c’è Filippo Mannino, un giovane iscritto a M5s anche lui in corsa con una lista civica. Martello conquista oltre il 40 per cento dei voti, Mannino il 29,4; Nicolini non ce la fa con il suo 24,3 per cento. Quarto posto per la candidata della Lega Nord, l’ex senatrice Angela Maraventano (5,9 per cento).